rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Palermo ricorda le vittime della Shoah: "Vicini a chi ha pagato il prezzo della violenza"

Per il sindaco Lagalla "La memoria di quei terribili anni rimanga viva e guidi l’azione di ciascuno di noi affinché nulla di simile possa mai ripetersi". Il messaggio di vicinanza alle comunità ebraiche residenti in Sicilia del presidente della Regione: "E' impegno solenne di questo governo prevenire e combattere ogni germe di razzismo"

"Il senso di questa giornata è quello di ripercorrere gli orrori del passato affinché la memoria di quei terribili anni rimanga viva e guidi l’azione di ciascuno di noi affinché nulla di simile possa mai ripetersi. E' compito delle istituzioni vigilare sull insinuarsi di sentimenti razziali nelle nostre comunità, soprattutto nelle giovani generazioni più vulnerabili ed esposte alle trappole culturali del web e fare in modo che ciò che i principi di uguaglianza stabiliti dalla Costituzione siano valorizzati nel percorso educativo e formativo dei nostri ragazzi".

Così il sindaco, Roberto Lagalla, a margine degli eventi organizzati questa mattina in città in occasione della Giornata della memoria. La tragedia dell'Olocausto è stata ricondata all'Eco Museo del Mare (dove si trova un vagone simbolo della Shoah), in prefettura e al Giardino dei giusti.

Anche il presidente della Regione Renato Schifani ha commemorato le vittime dell'Olocausto. "Desidero esprimere a nome mio e del governo regionale un sentito messaggio di vicinanza alle comunità ebraiche residenti in Sicilia e alle famiglie di tutti coloro che hanno pagato il prezzo della violenza, della discriminazione e dell'intolleranza", ha detto in un messaggio. 

"Anche la Sicilia - ha aggiunto il governatore - è stata teatro, tra il 1938 e il 1945, di quelle profonde ingiustizie che hanno segnato per sempre le sorti di ebrei, italiani e stranieri, ma anche di numerosi siciliani che furono catturati e deportati nei campi di concentramento. E' impegno solenne di questo governo prevenire e combattere ogni germe di razzismo che possa insinuarsi nella nostra comunità, promuovendo quanto più possibile la conoscenza della storia e un'informazione che si richiami ai valori della solidarietà, della convivenza e della tolleranza, gli unici che possano dirsi alla base di una  società giusta e solidale".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo ricorda le vittime della Shoah: "Vicini a chi ha pagato il prezzo della violenza"

PalermoToday è in caricamento