Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Giornata del Patrimonio: "Accademia di Belle arti, Regione e Comune insieme per un rilancio"

Allo scultore Civiletti dedicata una mostra in luglio. Tra le opere anche la Battaglia di Dogali Per la prima volta contratti di collaborazione retribuita per gli studenti dei diversi dipartimenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Tre istituzioni insieme - Accademia di Belle Arti di Palermo, Regione Sicilia e Comune - per un grande progetto di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico della città. Tante iniziative che trovano il punto più alto nella mostra dedicata a Benedetto Civiletti, il rappresentante più significativo della scultura siciliana dell’Ottocento, prevista per il prossimo luglio. Un omaggio all’artista palermitano nell’anno in cui la sua città natale è Capitale italiana della Cultura. Maggiori dettagli sull’iniziativa saranno illustrati in occasione della conferenza stampa che si terrà in occasione della Giornata del Patrimonio promossa dall’Accademia di Belle Arti martedì 22 maggio, alle 10 Aula Magna di Palazzo Fernandez, via Papireto 1.

L’esposizione Benedetto Civiletti, quando il gesso diventa arte comprenderà circa trenta opere dello scultore provenienti da collezioni pubbliche e private. Per la prima volta, l’Accademia attiverà dei contratti di collaborazione retribuita con i propri studenti dei diversi dipartimenti impegnati in tutte le attività correlate alla mostra che, in accordo con il Comune, interagirà con le opere di Civiletti esposte in piazze e giardini della città. La mostra di luglio si inserisce nel progetto di fusione della collezione di opere in gesso della gipsoteca dell’Accademia con quella della GAM che racchiude un nucleo consistente di gessi di Civiletti. E questo in vista della trasformazione di Palazzo Fernandez in uno spazio musealizzato dove troverà spazio una delle opere scultoree più rappresentative e articolate di Civiletti, la Battaglia di Dogali che sarà restaurata e ricomposta.

Per l’occasione sarà istituito un laboratorio aperto al pubblico che potrà seguire le fasi di intervento sul complesso capolavoro ottocentesco. Nel corso della Giornata del Patrimonio saranno presentate tre importanti pubblicazioni con ricchi apparati fotografici: Le Collezioni del Patrimonio a cura dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, Patrimoni da svelare per le arti del futuro, una raccolta degli atti del convegno di studi sulla salvaguardia dei beni culturali delle 22 Accademie di Belle Arti d’Italia, Oltre il Segno/Oltre Mare realizzato in collaborazione con l’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero del Consiglio nazionale delle Ricerche (CNR) di Capo Granitola. Interverranno tra gli altri il presidente dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, Alberto Coppola Amero D’Aste Stella, il direttore Mario Zito, l’assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa, l’assessore comunale alla Cultura Andrea Cusumano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata del Patrimonio: "Accademia di Belle arti, Regione e Comune insieme per un rilancio"

PalermoToday è in caricamento