Cronaca Politeama / Piazza Castelnuovo

Flash mob e fiaccolate, da Palermo a Terrasini: un unico "no" alla violenza sulle donne

Tante le iniziative organizzate sia in città che in provincia nella Giornata internazionale promossa dal movimento degli Stati generali delle Donne. Il Comune di Palermo ha installato una panchina rossa in piazza Bologni, concerto con la Women Orchestra al Politeama

Foto tratta da Facebook

Una panchina rossa in una piazza del centro, circa 300 biker con la loro motofiaccolata (foto in mezzo) da Villa Niscemi al Teatro Massimo, un flash mob sulle note de "La vita è bella" rilanciato con l’hashtag #ognigiorno25. Sono numerose le iniziative programmate per oggi, nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, con le quali anche palermitani e non hanno voluto ribadire la propria solidarietà al mondo femminile. Al corteo organizzato dai coordinamenti donne di Cgil, Cisl e Uil ha partecipato, fra gli altri, anche l’assessore comunale alla Scuola Giovanna Marano: "È importante sostenere tutti quei percorsi educativi efficaci  per promuovere un nuovo e intransigente rispetto della dignità delle donne per sconfiggere la logica della sopraffazione maschile e per promuovere una pratica quotidiana del riconoscersi tra persone differenti, ma con uguali diritti. Infine, alla Cgil, Cisl e Uil un appello perchè nei luoghi di lavoro le denunce delle donne sulle molestie sessuali possano emergere con più facilità”.

Tra musica, riflessioni e lettere i sindacati hanno dato il via al flash mob sulle note della Woman Orchestra con le sue venti musiciste, guidata dalla pianista Alessandra Pipitone, in veste di direttore per l'occasione, nata per idea di Michele De Luca, primo trombone del Teatro Massimo di Palermo. L'esibizione è stata arricchita dalla partecipazione di due coriste e di alcune ballerine della scuola danza La Coreutica. A conclusione dell'esibizione il lancio dell'hashtag con dei cartelli sollevati dai rappresentanti sindacali, perché ''l'impegno contro la violenza sulle donne non si può limitare a un solo giorno, se pur importante per il valore simbolico, ma andrà avanti tutto l'anno''. La manifestazione si è conclusa con la piantumazione di una palma nel giardino del Teatro Politeama, donata dal settore Villa e giardini e proveniente da un'azienda confiscata alla mafia.

motofiaccolata violenza donne-2

L’Amministrazione comunale, aderendo all’iniziativa promossa dal movimento degli Stati generali delle Donne, ha disposto inoltre l’installazione di una panchina rossa in piazza Bologni. All'inaugurazione presenti anche il sindaco Leoluca Orlando, il vicesindaco Sergio Marino e l'assessore alla Cittadinanza sociale Giuseppe Mattina. "Essere qua e lasciare un segno stabile che dura un anno per impegno assunto nei confronti degli altri, ma che durerà per sempre per impegno con noi stessi - ha dichiarato il primo cittadino - è un modo per ricordare che c'è bisogno di dire no e condannare la violenza sulle donne, ma c'è bisogno anche di un profondo cambio culturale da parte di tutti e di tutte perché troppe volte la violenza sulle donne ha una complicità in una cultura maschilista accettata dalle donne stesse".

Del fenomeno ha parlato oggi Maria Grazia Patronaggio, presidente del Centro antiviolenza Le Onde, che ha fornito all’Adnkronos gli ultimi dati che riguardano il capoluogo siciliano: 470 le richieste di aiuto dal 23 gennaio al 22 novembre di quest'anno, 21 le situazioni d'emergenza, ovvero donne che hanno bisogno di una protezione immediata. "Un fenomeno trasversale - sottolinea Patronaggio - che riguarda tutte le donne, senza distinzione di età, ceto sociale, livello di istruzione. Un fenomeno strutturale della nostra società che si basa sullo squilibrio del rapporto fra i sessi e che è presente tanto nei ceti sociali meno abbienti o meno istruiti quanto in ambienti più ricchi".

Nel tardo pomeriggio Palazzo delle Aquile, la casa del Comune, è stato illuminato di arancione. Nel corso dell'iniziativa, promossa dall'Associazione Donne Elettrici Palermo e da altre associazioni femminili contro il femminicidio e la violenza di genere, si è svolto anche un flash mob che ha visto la partecipazione di centinaia di persone e la lettura di diversi brani.

palazzo aquile arancione violenza donne-2

Ma le iniziative non sono rimaste limitate a Palermo. Il comune di Terrasini, nella cui piazza principale sono state posizionate decine di paia di scarpe rosse su un telo bianco, ha deciso di contribuire alle iniziative venerdì 24 novembre con "CreAzioni di non violenza" , un incontro di sensibilizzazione organizzato presso l'Ex Antiquarium, con la dottoressa Adriana Argento, l'avvocato Paola Mirto, l'avvocato Federica Prestidonato e la dottoressa Rosanna Militello. A Castelbuono l’Amministrazione ha aderito alla Giornata con reading, flashmob e spettacoli organizzati con il contributo delle associazioni locali nell'ambito del progetto "Donna Sapiens", in programma fino a domenica 26 novembre.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flash mob e fiaccolate, da Palermo a Terrasini: un unico "no" alla violenza sulle donne

PalermoToday è in caricamento