Giornalista aggredita a Barcarello, pioggia di solidarietà

La freelance, che collabora anche con PalermoToday, stava documentando un intervento dei carabinieri contro le tendopoli in spiaggia. Unci Sicilia: "Chiediamo maggiore tutela per cronisti, videomaker e foto-cineoperatori". Assostampa: "Ignobile tentativo di limitare la libertà di informazione"

Pioggia di solidarietà per la cronista freelance, che collabora anche con la redazione di PalermoToday, aggredita mentre riprendeva i controlli dei carabinieri sulla spiaggia di Barcarello. 

"Condanno fermamente quanto avvenuto a Barcarello - dice il presidente della Regione Nello Musumeci - dove una giornalista è stata picchiata selvaggiamente solo perché stava facendo il suo dovere di cronaca, nonostante fosse libera dal servizio. A lei va la mia più sincera solidarietà. L’episodio di oggi costituisce un pericoloso campanello d’allarme sul clima di odio e intolleranza che si respira anche nell’Isola, persino verso quanti, come i giornalisti, sono chiamati solo a fare il proprio dovere”.

Odg Sicilia: "Preoccupante violenza gratuita"

L'Assostampa siciliana e la sezione di Palermo "condannano le violenze di cui è stata vittima una cronista collaboratrice della testata giornalistica PalermoToday assalita da decine di persone mentre stava svolgendo il suo lavoro documentando la presenza di bagnanti nel litorale di Barcarello". "Si è trattato di un ignobile tentativo, esercitato con l'uso della violenza, di limitare la libertà di informazione e il diritto di cronaca", sottolineano il segretario regionale Assostampa, Roberto Ginex, e il direttivo Assostampa Palermo. L'associazione, concludono, "nell'esprimere solidarietà alla collega a cui offrirà la massima assistenza, chiede alle forze dell'ordine di procedere speditamente all'identificazione degli autori dei reati perchè ne possano rispondere davanti alla magistratura".

Riprende sgombero accampamenti in spiaggia, giornalista aggredita: “Colpita con calci e pugni”

Il gruppo siciliano dell’Unci (Gruppo di specializzazione della Fnsi-Assostampa) richiama l’attenzione del questore sul clima di intolleranza che si è venuto a creare nelle ultime settimane: “La violenza che si innesca in città anche per questioni banalissime – sottolinea il presidente dell’Unci Sicilia, Leone Zingales – ha superato il livello di guardia. Basta poco per scatenare risse e aggressioni. Chiediamo maggiore tutela per cronisti, per videomaker e per foto-cineoperatori che ormai rischiano davvero tanto.  Sono in aumento i casi in cui la semplice documentazione di fatti di cronaca o di normali attività delle forze dell’ordine in tema di controllo del territorio si trasforma in un vero e proprio incubo per gli operatori dell’informazione”.

"Sembra quasi che non ci siano più aree immuni da violenza contro chi svolge la funzione di informare. Solidarietà piena e vicinanza alla collega che a Palermo stava documentando uno sgombero di istallazioni abusive - dice in una nota Carlo Verna, presidente del Cnog -. Non svelava traffici illeciti o colpiva grandi economie illegali che si preservano con azioni malavitose, per certi aspetti la cosa è anche più inquietante perchè il tutto avviene tra indifferenza e sottovalutazione. Auspico una pronta risposta dello Stato come segnale forte in difesa della libertà di stampa". 

"Solidarietà alla giornalista di Palermo aggredita da alcuni balordi mentre documentava lo sgombero da parte delle forze dell’ordine di una tendopoli abusiva sulla spiaggia della borgata di Barcarello. Fatti del genere indignano e rappresentano il degrado culturale, ancor di più se si pensa ai rischi per la salute e alle violazioni delle restrizioni anti Covid totalmente ignorati da questi soggetti”, dicono le parlamentari del Movimento 5 Stelle, Roberta Alaimo e Valentina D’Orso. A loro si affianca Antonino Randazzo, capogruppo M5S al Consiglio comunale

Stessi sentimenti da parte del Pd. Per Rosario Filoramo "Coloro che aizzano all’odio e negano il rischio del Covid sono causa di questi comportamenti vergognosi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento