rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Orchestra sinfonica, lo sfogo di Pace: "I decreti dell'assessore Pappalardo sono illegittimi"

Parla Giorgio Pace, ex sovrintendente della Fondazione orchestra sinfonica siciliana, "licenziato" alla vigilia di Natale nonostante il suo incarico scadesse il 31 marzo. Una vicenda oggetto di un'interrogazione parlamentare del Pd e del M5s all'Ars

"Tutti i decreti dell'assessore Pappalardo sono illegittimi, sia sotto il profilo dello statuto, sia sotto il profilo della normativa". Parola dell'ex 
sovrintendente della Foss (Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana), "licenziato" alla vigilia di Natale nonostante il suo incarico scadesse il 31 marzo. Una vicenda diventata un vero e proprio caso politico oggetto di un'interrogazione parlamentare del Pd e del M5s all'Ars che vede al centro l'Orchestra Sinfonica Siciliana, compagine nata 60 anni fa e che per un lungo periodo, sotto la direzione di Sergiu Celibidache, fu la numero uno in Italia e tra le più grandi nel mondo, amata anche da Igor Stravinskij. Dopo alcuni anni passati nell'ombra adesso "l'orchestra è ai livelli massimi - dice il suo direttore artistico Marcello Panni - ha fatto anche registrazioni per la Rai".

Natale amaro per Giorgio Pace: non è più il sovrintendente dell'Orchestra sinfonica

"Non si capisce perché abbiano mandato a casa un manager che ha preso un baraccone mezzo morto e l'ha rimesso in piedi", afferma all'Adnkronos Pace, che contesta la decisione dell'assessore regionale al Turismo e allo Spettacolo, Sandro Pappalardo, definendola "illegittima" e annunciando di volerla impugnare. "Non è vero quello che dice Pappalardo - prosegue Pace - perché se decade il consiglio d'amministrazione, il sovrintendente resta perché è una figura autonoma. Il nuovo cda avrebbe potuto rimuovermi, come dice lo statutodella Foss, solo per gravi motivi, e non era questo il caso".

Il tutto nasce infatti dalle dimissioni di tre dei cinque componenti il cda della Fondazione che hanno suggerito all'assessorato di chiedere un parere all'Avvocatura dello Stato. Secondo il parere, a quanto riferiscono fonti dell'assessorato, con le dimissioni di tre consiglieri su cinque tutto il consiglio d'amministrazione è da considerarsi decaduto. "A questo punto - spiega Pappalardo - io ho solo applicato l'articolo 17 dello statuto (dove si dice che il sovrintendente "cessa dalla carica unitamente al consiglio d'amministrazione che lo ha nominato e può essere riconfermato", ndr). Ho fatto ciò che la legge prescrive, non capisco perché Pace parli di 'illegittimità'".

Pace però insiste: "La norma dice che le dimissioni di un consigliere d'amministrazione non sono effettive fino alla nomina del suo successore. Pappalardo ha fatto ben tre decreti: un primo il 12 dicembre per la nomina del commissario ad acta Giovanni Riggio, un 
dipendente dell'assessorato al Turismo, per gestire l'ordinaria amministrazione. Il 21 dicembre ne ha fatto un secondo con il quale ha
sostanzialmente dato a Riggio i poteri di un commissario straordinario, cosa di competenza dell'assessore all'Economia e non di
quello al Turismo. Infine, con un terzo, del 24 dicembre scorso, ha imposto a Riggio la cessazione del rapporto con il sovrintendente".

"In seguito a quest'ultimo decreto - prosegue l'ex sovrintendente - il commissario ha predisposto un verbale con il quale mi ha notificato l'interruzione del rapporto. Ed è proprio quest'ultimo decreto che impugnerò", aggiunge Pace, sottolineando che a marzo sarebbe andato via in ogni caso "perché se la politica dichiara pubblicamente di volere cambiare non si può restare a lavorare in un clima ostile".

Intanto, racconta lo stesso Pace, "le Università di Catania e Palermo hanno lanciato online una petizione dal titolo 'Giù le mani dalla 
Foss' che ha raccolto in pochi giorni più di duemila firme: un ottimo risultato". L'Orchestra Sinfonica Siciliana ha 113 dipendenti dei 
quali 74 orchestrali stabili e ha sede nel Teatro Politeama di Palermo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orchestra sinfonica, lo sfogo di Pace: "I decreti dell'assessore Pappalardo sono illegittimi"

PalermoToday è in caricamento