"I soldi per i disabili spesi in viaggi, hotel e cene": condannato ex presidente Aias

I giudici della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti hanno stabilito che Giorgio Di Rosa dovrà risarcire l'Asp 6 di Palermo con 578 mila euro. Per le toghe è emersa una "gestione 'personalistica' dell'associazione"

I soldi dell'associazione italiana assistenza agli spastici non venivano spesi per fini istituzionali ma per viaggi, alberghi ristoranti o per pagare i familiari per lavori che non avrebbero potuto fare perchè "senza competenze specifiche". Per questo i giudici della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti hanno condannato l'ex presidente della sezione Aias di Palermo Giorgio Di Rosa a risarcire l'Asp 6 di Palermo con 578 mila euro.  

La procura della Corte dei Conti ha contestato 333 mila euro per rimborsi chilometrici non dovuti, ma anche spese per alberghi e ristoranti per 30 mila euro euro nel San Paolo Palace Hotel di Palermo, soggiorni pagati per lui, il figlio, la moglie ed i cognati con assegni del conto corrente dell'Aias. Spese per parcelle di avvocati per 3 mila euro. E ancora spese per l'incarico professionale esterno affidato al figlio Antonio Di Rosa, per 60.000 mila euro oltre le spese per rimborso viaggi per un totale di 152 mila euro. Infine la Procura ha contestato a di Rosa quanto pagato dall'Aias a titolo di compensi per l'attività svolta a favore dell'associazione del figlio a cui il Consiglio direttivo dell'associazione aveva conferito l'incarico di consulente informatico per un importo mensile di mille euro oltre rimborso spese per vitto, alloggio e rimborso di 50 cent al Km. L'incarico però sarebbe stato dato senza le necessarie competenze. 

"Dalle indagini - scrivono i giudici nella sentenza - è emersa una sovrapposizione di ruoli e funzioni tra i soci e i fornitori dell'Aias nonché i fornitori privati del Di Rosa. Un socio Aias avrebbe eseguito lavori edili anche per l'abitazione privata del Di Rosa come anche alcuni fornitori dell'associazione. Questi ultimi fatti, sebbene non rilevanti per questa Corte, assurgono, nel quadro d'insieme, così come delineato dalla guardia di finanza e ripreso nell'atto di citazione, a elementi idonei a soppesare la condotta del Di Rosa e a disvelare ancor di più la gestione 'personalistica' dell'associazione"
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di PAOLO
    PAOLO

    questi dirigenti corrotti fanno ancora notizia... secondo me meglio fare notizia chi non lo e..... facciamo prima

  • Una sola parola....VERGOGNA

  • Che vergogna! È grazie a questi episodi che la gente diventa diffidente e sospettosa. Ti fanno passare la voglia di fare beneficienza. A pulire il sedere agli anziani non autosufficienti e ai disabili gravi... a cambiare pannoloni... che gli facessero vomitare fino all’ultimo pasto che ha mangiato con quei soldi! Che sia ridotto in miseria! Vergogna!

  • A queste persone và sequestrato tutto ciò che hanno, vanno sbattute in galera e dopo a marcire di fame se non hai da lavorare...questo è quello che meritano !!!

  • Non se ne può più

  • E intanto i disabili restano senza assistenza e servizi! Siete solo dei vigliacchi!

  • Avatar anonimo di tony
    tony

    Potete stare freschi lo stato italiano non e' in grado di farsi restituire il malloppo,x questo tutti rubano.

  • Avatar anonimo di Mr.White
    Mr.White

    Mi chiedo se li restituirà tutti, soprattutto, se li restituirà veramente! In ogni caso è vergognoso. Oltre la punizione econimica, lo manderei a fare servizi sociali, ovviamente, a titolo gratuito

  • Avatar anonimo di Stefano
    Stefano

    Gli dovete togliere le mutande ... Vergogna 

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raddoppio ferroviario, via ai lavori: "Entro il 2025 Palermo-Catania in treno in un'ora e 45 minuti"

  • Politica

    L'Amat vuole mettere le ali: idrovolanti per raggiungere l'aeroporto

  • Economia

    Futuro a rischio per lo storico bar Lux, lì Boris Giuliano sorseggiò il suo ultimo caffè

  • Mafia

    La mafia di San Lorenzo non perdona, pagano tutti: dal lido di Isola al vivaio e l'Elenka

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

  • Scoperta loggia supersegreta, ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Papà non legge messaggio sul gruppo Whatsapp, bimbo di 8 anni escluso dalla gita

Torna su
PalermoToday è in caricamento