Cronaca Borgo Nuovo / Via Tindari

Vendevano fuochi d’artificio illegali Fermati due giovani a Borgo Nuovo

Due ventenni palermitani sono stati sorpresi dai carabinieri in via Tindari dove avevano impiantato una bancarella abusiva per la vendita di materiale pirotecnico senza licenza

I giochi d'artificio sequestrati dai carabinieri

Le feste natalizie si avvicinano velocemente e con esse l'abitudine ad accendere petardi e fuochi d'artificio per completare queste giornate particolari con giochi di luce e colore. Purtroppo, però, il mese di dicembre è anche il periodo dell'anno in cui si verificano incidenti anche mortali, provocati dai fuochi pirotecnici utilizzati in modo scorretto o da quelli illegali.

Nel corso di un servizio disposto dal comando provinciale di Palermo volto al controllo della vendita degli articoli pirotecnici i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà per commercio abusivo di materiale esplodente B. C., palermitano di 23 anni e F. F. nato a Palermo di 21 anni. I due giovani sono stati sorpresi in questa via Tindari, quartiere Borgo Nuovo, dove avevano impiantato una bancarella abusiva per la vendita di materiale pirotecnico senza possedere la licenza prevista per la vendita degli articoli di specie.

Nello specifico sono stati posti sotto sequestro i seguenti botti : 49  stecche di Tom Mix; 3 razzi Ape Regina; 5 razzi Butterflies; 4 pacchi  di miniciccioli;  3 pacchi di pop pop da vari mezzi; 69 petardi manifesto manna tipo magnum. I carabinieri richiamano l’attenzione sull'uso incauto dei fuochi d'artificio che può produrre lesioni anche gravi come ustioni al viso e alle mani e danni alla vista e all'udito, trasformando una giornata di festa in una tragedia, talvolta, irrimediabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendevano fuochi d’artificio illegali Fermati due giovani a Borgo Nuovo

PalermoToday è in caricamento