Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Calatafimi / Corso Calatafimi, 1002

Altri due positivi all'ospedale Ingrassia, contagiata anche una ginecologa

Sale a 27 il numero dei casi registrati nella struttura di corso Calatafimi in meno di una settimana. Attesi i risultati degli altri tamponi di controllo eseguiti tra medici, infermieri, operatori e pazienti

L'ingresso dell'ospedale Ingrassia

Altri due tamponi all’Ingrassia sono risultati positivi - quello di un operatore e quello di una ginecologa - mentre i risultati di altri accertamenti sono ancora attesi. Salgono a 27 i casi di Coronavirus registrati in meno di una settimana tra pazienti e personale dell’ospedale di corso Calatafimi. Tanto che il direttore medico, pochi giorni fa, aveva invitato a rafforzare i controlli eseguendo i tamponi su sanitari e pazienti ogni 48 ore. Avviato il tracciamento per ricostruire gli ultimi contatti dei due lavoratori.

I primi 17 casi sono venuti fuori giovedì scorso, come poi confermato dall’Asp, e ruotavano attorno al reparto di Geriatria. A infettarsi erano stati 11 tra infermieri, operatori e medici e 6 pazienti, uno dei quali sarebbe stato trasferito a Partinico per l'aggravamento delle sue condizioni. Una situazione che aveva creato preoccupazioni tra i lavoratori impegnati nella lunga battaglia contro la pandemia. "C'è qualcosa che non va - hanno raccontato alcuni medici dell'Ingrassia - ed evidentemente non è possibile gestire un ospedale misto".

Due giorni dopo, proprio grazie ai tamponi di controllo richiesti, sono stati accertati altri 8 positivi. A causa del focolaio è stato disposto un blocco temporaneo dei ricoveri nei reparti interessati, ovvero quelli di Cardiologia, Chirurgia e Ortopedia. "Dall’analisi fatta dalla direzione sanitaria del presidio insieme al rischio clinico - hanno però precisato dall’Asp - non ci sarebbe alcuna correlazione tra i positivi della Geriatria con quelli delle altre strutture".

Come da protocollo sono state eseguite le operazioni di sanificazione di tutti gli ambienti frequentati dagli ultimi due soggetti risultati positivi. Per il momento i vertici dell’ospedale non avrebbero adottato alcun provvedimento di chiusura né avrebbero impedito alle ambulanze di portare altri pazienti per il ricovero E' atteso infatti il responso su decine di altri tamponi effettuati e non si esclude che nelle prossime ore possa cambiare qualcosa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri due positivi all'ospedale Ingrassia, contagiata anche una ginecologa

PalermoToday è in caricamento