Cronaca Corso Vittorio Emanuele, 365

Giallo sul destino del Museo Riso Lombardo: "Non è vero che chiude"

Il presidente della Regione: "Chi ha messo in giro questa notizia deve risponderne, assumendosene le responsabilità, è una bufala". Intanto il sito è stato preso di mira dagli hacker

La facciata di Palazzo Riso

Giallo sulla chiusura del Museo Riso. Dopo che la direzione della struttura ieri ha annunciato su Facebook la chiusura a causa di "difficoltà burocratiche ed economiche importanti", è arrivata la smentita dal governatore siciliano, Raffaele Lombardo: "È una sciocchezza - ha detto Lombardo - una bufala, per la quale mi auguro che, chi ha la responsabilità di aver messo in giro questa vicenda ne risponda, assumendone le responsabilità". E intanto il sito del museo è stato preso di mira dagli hacker.

Si parla, intanto, di un progetto da 12 milioni di euro provenienti da fondi europei che non è andato avanti e di cui non si sono avute più notizie: sarebbe dovuto partire ai primi di febbraio. Inoltre, è stata annunciata da parte della Soprintendenza ai Beni culturali di Palermo la necessità di lavori al palazzo di corso Vittorio Emanuele 365. In altre parole, una via breve per spingere alla chiusura definitiva dei battenti. Mentre le voci si rincorrono sul web e il mondo dell'arte siciliano, ma non solo, è in fermento, un'assemblea permanente si sta svolgendo in queste ore per decidere le iniziative da adottare.

E a firma "I cittadini per il Museo Riso" esce ora la seguente nota, in cui il "movimento chiede alle istituzioni politiche della Regione Sicilia di fare chiarezza sulla gravissima situazione di chiusura delle attività espositive del Museo", invitando Gesualdo Campo, dirigente generale dell'assessorato dei Beni culturali della Regione, e il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, "a fare chiarezza in merito all'iter burocratico che blocca il finanziamento di 12 milioni di euro dei Por, che dal mese di febbraio 2012 avrebbero dovuto dare inizio alle attività, coinvolgendo artisti, curatori, attori del sistema dell'arte e della cultura contemporanea, ma anche cittadini, famiglie, bambini che da anni usufruiscono delle attività didattiche e di promozione del Museo su tutto il territorio siciliano".

ATTACCO HACKER. Sito "h a c k e d". E' quanto si legge nella pagina web di Palazzo Riso. Se ci si vuole collegare al sito web la scritta "PalazzoRiso.it has been h a c k e d" in verde su uno sfondo nero. Google rimanda a una pagina dove c'e' qualche indizio in piu': "Hacked by cittadini per il museo Riso". Insomma, a quanto pare, un attacco informatico a difesa dell'istituzione culturale che dal 2009 ha visto impennare la quota dei suoi visitatori fino a oltre 100 mila presenze, diventando il secondo museo siciliano dopo quello archeologico di Siracusa.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo sul destino del Museo Riso Lombardo: "Non è vero che chiude"

PalermoToday è in caricamento