Cronaca

Gesip, il giorno del giudizio: operai con il fiato sospeso

Oggi l'atteso incontro al Viminale tra Prefetto, Commissario straordinario e i ministeri interessati. Sul piatto il piano di rilancio e il salvataggio della società partecipata

Il giorno del giudizio per la Gesip. Oggi è previsto l’incontro al Viminale con il Prefetto, Umberto Postiglione, il Commissario straordinario del comune Luisa Latella e i ministeri interessati alla vicenda Gesip. Con il fiato sospeso i circa 1.700 operai della società partecipata a rischio chiusura per crisi finanziaria.

Il Prefetto si dice ottimista e ritiene che si “riapre un fronte di speranza” per gli operai. “Il momento non è facile, ci sono poche risorse quindi c'è stato bisogno di approfondire la possibilità di individuare un percorso per dare una speranza a questi lavoratori - aveva detto martedì il Prefetto Postiglione dopo il vertice con Comune e Regione – ma credo che siamo in prossimità di un risultato che dovrebbe concretizzarsi a Roma il 26 aprile nel corso di un incontro che si terrà al ministero dell'Interno e a cui parteciperanno i ministeri interessati e il Dipartimento della Protezione civile che in un primo momento ci dovrebbe consentire l'uso delle risorse che saranno utilizzate mentre si definisce il piano che il Commissario straordinario del Comune ha elaborato. Un piano che oggi viene perfezionato con l'integrazione delle modifiche che la Regione ritiene opportune che siano apportate”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gesip, il giorno del giudizio: operai con il fiato sospeso

PalermoToday è in caricamento