Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Oreto-Stazione / Corso Tukory

Protesta Gesip, città assediata: blocchi, tafferugli e cariche

Cariche della polizia alla Cala e piazza Pretoria. Coinvolte numerose zone, da Corso Vittorio Emanuele a via Maqueda fino alla stazione centrale e al Tribunale. Inseguimenti all'interno della Vucciria: turisti increduli. Cassonetti ribaltati e presidio davanti Palazzo D'Orleans

I Quattro canti bloccati

Riesplode la protesta dei 1.800 lavoratori della Gesip, senza stipendio e lavoro dal primo settembre e con il futuro dell'azienda ancora tutto da definire. Cortei, blocchi e cariche della polizia hanno interessato da questa mattina numerose zone della città. (Guarda il video)

ORE 17,45
I dipendenti della Gesip sono tornati davanti Palazzo delle Aquile. Non risultano altri presidi.

ORE 17,00
Alcuni manifestanti si stanno spostando lungo corso Vittorio Emanuele, in direzione di via Roma. Si segnalano code e traffico a rilento nella zona di via Crispi e della Cala

ORE 16,05
La situazione nel primo pomeriggio è tornata alla "quasi" normalità. I blocchi a macchia di leopardo sono stati rimossi e i dipendenti sono riuniti a piazza Pretoria davanti Palazzo delle Aquile. La polizia rimane a presidio del centro con numerose camionette. Il traffico, al momento, è tornato scorrevole, rimane tuttavia chiusa un tratto della via Maqueda, all'altezza dei Quattro Canti.

ORE 13,24
Cariche della polizia alla Cala e davanti Palazzo delle Aquile. I manifestanti al momento si sono dispersi.

ORE 12,55
Una parte della protesta si è spostata anche alla Vucciria. Un gruppo di manifestanti ha imboccato via Cassari arrivando a piazza Caracciolo, controllato dagli agenti di polizia in assetto antisommossa: incredulità tra i turisti che hanno assistito alla scena. Cassonetti e panche di legno rovesciati per strada.

ORE 12,15
Alcuni manifestanti hanno bloccato anche la Cala. Intanto il corteo con un centinaio di dipendenti della Gesip ha raggiunto Palazzo d'Orleans. Traffico paralizzato a piazza Indipendenza: un gruppo di lavoratori sta percorrendo corso Alberto Amedeo in direzione del Tribunale. Diversi cassonetti sono stati rovesciati per strada.

ORE 11,40.
Ad alcuni turisti è stato impedito l'accesso all'interno della Cattedrale. Blocchi e sit-in vengono organizzati a singhiozzo in più parti della città, creando condizioni difficili dal punto di vista della circolazione. Sono stati segnalati blocchi lungo Corso Vittorio Emanuele, nella zona dei Quattro Canti, davanti piazza Pretoria e nei pressi dell'assessorato regionale all'Economia. In via Maqueda il traffico viene fatto deviare dai vigili all'altezza di piazza Verdi e di via Napoli. Altri lavoratori continuano nella "marcia"vero piazza Indipendenza per un presidio davanti Palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione. Traffico paralizzato anche nella zona della stazione centrale, interessata dal corteo. "La situazione non e' tranquilla", confermano fonti sindacali, mentre le forze dell'ordine in tenuta antisommossa provano a contenere la rabbia degli operai. Un elicottero della polizia si è alzato in volo per controllare la situazione dall'alto.

Ore 9,30
Circa un centinaio di operai della Gesip, senza paga e senza lavoro da dodici giorni si sta dirigendo da Palazzo delle Aquile presidiato da questa mattina verso Palazzo D’Orleans. Il traffico è in tilt in tutta la zona dell’area stazione centrale/corso Tukory. La proroga al contratto di servizio tra la società e il Comune è scaduta il 31 agosto e il governo non ha sbloccato ancora 5 milioni di euro assegnati a Gesip da un'ordinanza della protezione civile di maggio, che avrebbe consentito un proseguimento delle attività per ulteriori 25 giorni. La riunione di ieri a Palazzo Chigi non ha prodotto i risultati attesi dagli operai (sono 1805 i dipendenti della Gesip), e questa mattina sono tornati in piazza. Anche il gruppo di dipendenti che occupa la Cattedrale ha deciso di proseguire la protesta, trasformata in dormitorio oramai da giovedì scorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta Gesip, città assediata: blocchi, tafferugli e cariche

PalermoToday è in caricamento