rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Gazebo, vertice coi commercianti: al vaglio regole per superare l'impasse

L'assessore alle Attività produttive Di Marco spinge per una soluzione che tenga conto della durata delle concessioni e della tipologia delle strutture nel rispetto del codice stradale. Reina: "Nel 2014 sono 1565 chiusure contro 919 nuove iscrizioni"

Trovare una soluzione sulla "questione gazebo" per uscire fuori dalla fase di stallo. L'assessore alle Attività produttive Marco Di Marco ha incontrato stamattina i rappresentanti delle categorie produttive interessate dalla problematica dei dehors e dell'occupazione del suolo pubblico per gli esercizi di somministrazione all'aperto. L'assessore ha sottolineato la necessità di superare la problematica attraverso un provvedimento che tenga conto di tutti gli aspetti normativi che riguardano questo specifico settore. Il prossimo passo, dunque, sarà l'elaborazione di una nuova proposta dell'Amministrazione al Consiglio comunale che miri a trovare una risposta sulla durata delle concessioni, le diverse tipologie di strutture che potranno essere autorizzate e la compatibilità con il codice della strada ed il traffico veicolare.

All'incontro con l'assessore, erano presenti il presidente di Cidec, Salvatore Bivona, il presidente di Confartigianato, Nunzio Reina, il presidente di Confindustria Palermo, Alessandro Albanese e il presidente di Confesercenti, Mario Attinasi. Questi hanno rappresentato le difficoltà attuali degli esercenti già titolari di strutture che erano a norma e adesso si trovano costretti a dismettere i propri manufatti con serie ricadute negative sugli introiti, sull'occupazione e sui bilanci. Assumendo l'impegno ad affrontare la questione con grande priorità, Di Marco ha auspicato "che il nuovo iter possa definirsi in tempi brevissimi tenendo conto di tutti i necessari passaggi formali e burocratici che dovranno produrre uno strumento condiviso ed inattaccabile sotto il profilo formale. Anche per questo - si legge in una nota del Comune - è intendimento di tutti procedere da subito ad un coinvolgimento attivo della presidenza del Consiglio comunale e delle competenti commissioni consiliari".

Soddisfatto il presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina, che ringrazia l'assessore per la disponibilità dimostrata grazie alla quale "verrà data la possibilità a tanta gente di continuare a lavorare. L'incontro di stamattina prevede che si giunga in tempi brevi ad una nuova proposta da parte dell'Amministrazione al Consiglio Comunale, in materia di gazebo e dehors. L'assessore ha assunto l'impegno di affrontare la questione con grande priorità - conclude Reina - in modo che il nuovo iter possa definirsi in tempi brevissimi, condizione che Confartigianato ritiene necessaria per non permettere che altre imprese chiudano". Secondo i dati di Confartigianato sono oltre 1565 le attività che hanno chiuso i battenti, contro le 919 iscrizioni nel nuovo anno. "Dove vogliamo arrivare? - spiega Reina - La nostra città deve rinascere, ma la questione dei gazebo ha contribuito a gettare molte imprese nello sconforto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gazebo, vertice coi commercianti: al vaglio regole per superare l'impasse

PalermoToday è in caricamento