Cronaca Zen

Rame rubato e cocaina dentro un garage: quattro arresti allo Zen

I poliziotti sono intervenuti dopo aver notato uno strano viavai di alcuni giovani nei pressi dell'edificio. All'interno hanno trovato 140 chili di cavi elettrici, un fucile calibro 12, barattoli contenenti droga e diciotto stecche di hashish

Un garage trasformato in deposito di rame rubato e droga è stato scoperto allo Zen, dagli agenti del commissariato San Lorenzo. In manette per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e ricettazione di rame sono finiti quattro ragazzi poco più che maggiorenni: S.F. e G.F., rispettivamente 18 e 21 anni, B.D.A., 20 anni, e C.G.C., anche lui ventenne. Gli ultimi tre dovranno rispondere anche del fatto di essersi avvalsi, nella commissione dei reati, di un minore. Mentre a S.F. è contestato anche il reato di detenzione abusiva di armi e munizioni.

Gli agenti hanno notato uno strano viavai di alcuni giovani nei pressi del garage. Insospettiti, hanno osservato a distanza i movimenti di alcuni soggetti tra i padiglioni del quartiere e la rimessa. Nelle prime ore dell’alba, i poliziotti hanno visto giungere un ciclomotore con a bordo due giovani e poco dopo altri due, a piedi. I quattro, ignari di avere degli scomodi spettatori, hanno scaricato diversi oggetti, tra cui matasse di cavi elettrici e fusti di plastica. A quel punto hanno deciso di passare all'azione e sono intervenuti.

All'interno del garage i poliziotti hanno trovato 31 matasse di cavi elettrici di rame, per un peso complessivo di 140 chili, un fucile di marca Pietro Beretta calibro 12, diversi barattoli contenenti marijuana, un barattolino in vetro contenente due dosi di cocaina, diciotto stecche di hashish, bustine in cellophane trasparente, due spillatrici, un bilancino e due cartucce calibro 12. Addosso ad uno dei quattro gli agenti hanno trovato inoltre 215 euro, probabile provento dell'attività di spaccio. Un accertamento eseguito con l’ausilio di personale dell’Enel ha permesso anche di accertare la presenza di un allaccio abusivo alla rete di fornitura elettrica.

I quattro maggiorenni sono stati condotti all'Ucciardone in regime di vita comune. Il minore, informata l’Autorità Giudiziaria della Procura dei Minori, è stato indagato in stato di libertà per i reati di detenzione di sostanze stupefacenti e ricettazione di rame, in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rame rubato e cocaina dentro un garage: quattro arresti allo Zen

PalermoToday è in caricamento