Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Colpito da un proiettile e vivo per "miracolo", il giovane Yusupha lascia l'ospedale

Il gambiano ferito dopo un'aggressione in via Maqueda è stato dimesso dai medici e tornerà a casa. Presto i genitori lo raggiungeranno grazie alla collaborazione di Gesap. Orlando: "Questa è davvero una bella notizia"

Yusupha Susso torna finalmente a casa. Il 21enne gambiano, ferito nei giorni scorsi a colpi di pistola in via Fiume da Emanuele Rubino (poi arrestato dalla Squadra Mobile), ha lasciato oggi l’ospedale dove era ricoverato per tornare nella propria abitazione. "Questa è davvero una bella notizia - ha commentato il primo cittadino - segno della ormai guarigione del ragazzo a cui, anche a nome dell’intera Amministrazione e di tutti i palermitani, auguro ogni fortuna".

VIDEO: LA SPARATORIA DI VIA FIUME IN DIRETTA

Nei giorni scorsi lo stesso Leoluca Orlando, accompagnato dal presidente della Consulta delle Culture Adham Darawsha, dall'assessore Giusto Catania e dall'atleta Rachid Berradi, aveva fatto visita a Yusupha in ospedale. Presto il ragazzo sarà anche raggiunto dai suoi genitori che dal Gambia voleranno a Palermo grazie alla collaborazione di Gesap, che sosterrà i costi del viaggio. Il Comune, che d'intesa con la Consulta delle Culture si costituirà parte civile nel processo contro l’aggressore del gambiano, sosterrà la permanenza in città dei genitori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito da un proiettile e vivo per "miracolo", il giovane Yusupha lascia l'ospedale

PalermoToday è in caricamento