rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Corleone

Gal Terre Normanne e Comune di Corleone, omaggio a Dalla Chiesa con degustazioni tipiche    

Un busto in memoria del generale ucciso dalla mafia nel 1982 è stato inaugurato nella caserma dei carabinieri. Dopo le celebrazioni istituzionali, nella villa comunale intitolata a Papa Giovanni Paolo II, i produttori del comprensorio hanno portato in tavola pasta al forno, carne, pomodori secchi, pizza, vino, caponata e altre bontà  

Un busto in memoria del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa inaugurato nella caserma dei carabinieri sulle note della Fanfara del 12° Regimento carabinieri Sicilia e specialità gastronomiche tipiche prodotte nei terreni confiscati alla mafia.

A Corleone questa mattina (martedì 27 settembre) si è celebrata una grande festa all'insegna della cultura della legalità e dello sviluppo dei territori delle aree interne su iniziativa del Gal Terre Normanne e dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicolò Nicolosi. In piazza Falcone e Borsellino erano presenti istituzioni civili e militari, a partire dai vertici dell'Arma con in testa il generale di Brigata Rosario Castello, comandante della Legione carabinieri Sicilia, e il generale di Brigata Giuseppe De Liso, comandante provinciale a Palermo, oltre a rappresentanti della polizia e della guardia di finanza. Hanno partecipato tanti cittadini e una delegazione di studenti dell'Istituto statale superiore Don Giovanni Colletto.

"Abbiamo voluto scoprire un busto del generale Dalla Chiesa in occasione del 40° anniversario dell'assassinio - dice il sindaco Nicolosi - per testimoniare il forte legame della nostra comunità con questo uomo illustre, avendo egli cominciato proprio a Corleone la carriera di investigatore nel 1949. Al generale Dalla Chiesa abbiamo dedicato una via, una stanza nel centro antimafia e una stanza nel complesso di Sant'Agostino. Adesso ci apprestiamo anche a valutare con la famiglia l'opportunità di concedere la cittadinanza onoraria per celebrare un simbolo della lotta alla mafia e al terrorismo che ha onorato l'Italia e la città di Corleone".

Dopo le celebrazioni istituzionali si è svolta una degustazione di prodotti tipici nella villa comunale intitolata a Papa Giovanni Paolo II con i produttori del comprensorio che hanno portato in tavola pasta al forno, carne, pomodori secchi, pizza, vino, caponata e altre bontà. 

"Il Gal Terre Normanne ha sposato l'iniziativa dell'amministrazione comunale - dicono il direttore amministrativo Giuseppe Sciarabba e il direttore tecnico Francesco Rossi - per dare un sostegno concreto ad un territorio, il Corleonese, che ha bisogno di contrastare il fenomeno dello spopolamento delle aree interne. Vogliamo dimostrare come la marginalizzazione e il declino demografico si possano combattere puntando sulle potenzialità naturali e culturali dei territori, agendo in sinergia con le amministrazioni comunali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gal Terre Normanne e Comune di Corleone, omaggio a Dalla Chiesa con degustazioni tipiche    

PalermoToday è in caricamento