rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Balestrate, gal InContraDanza e sapori di siccia..ra

La contradanza si sposa col gusto nella tappa di Balestrate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il 24 Aprile GAL InContraDanza - Musica, Gusto e Territorio nel Golfo di Castellammare arriva a Balestrate. Il progetto del Gruppo di Azione Locale (GAL) Golfo di Castellammare nato per promuovere l'antico ballo della contradanza quale nuovo brand territoriale si sposa, stavolta, con la tradizione culinaria.

Dopo le tappe di Cinisi in occasione del carnevale, di Borgetto con le Mense di San Giuseppe, di Partinico con la festa della Madonna del Ponte e di Terrasini in coincidenza della Festa di li schietti, Balestrate rappresenterà la vocazione enogastronomica di qualità del territorio GAL con la seconda edizione della festa "Sapori di Siccia..ra" (nel 2014 è stata calcolata un'affluenza di 1100 persone). Un villaggio enogastronomico sarà allestito in piazza Rettore Evola dalle ore 20.00 in poi in cui 7 ristoratori prepareranno piatti di degustazione a base di seppia (siccia, in dialetto), alimento storicamente distintivo di questa cittadina: l'antico nome di Balestrate, infatti, era Sicciara ossia "luogo ove si pescano le seppie". I piatti saranno accompagnati dal vino di 2 aziende vinicole. Il ticket per la degustazione costa 2.50 euro.

La tappa di Balestrate prevede altri appuntamenti ugualmente accattivanti, segno ormai riconoscibile del GAL InContraDanza.

Un'estemporanea di pittura dislocata per le vie di Balestrate sosterrà per l'intera giornata fino all'inaugurazione del villaggio enogastronomico (ore 20.00) e all'apertura della serata danzante. Alle ore 20.30, infatti, la contradanza, vera protagonista di tutta la manifestazione itinerante, allieterà gli astanti in Piazza Rettore Evola con il gruppo Il Ballo dei Pastori.

A serata il divertimento continuerà con il concerto gratuito di Enrico Capuano e Tammurriata Rock.

Enrico Capuano è il capostipite del nuovo folk-rock italiano. È stato il primo a proporre in forma moderna questo genere musicale creando una tendenza che negli anni successivi si è molto radicata nella musica italiana. Presenza fissa del 1 maggio a Roma dal 2002, Enrico e la sua band non seguono mai una scaletta precisa ma si muovono spesso sull'improvvisazione ondeggiando tra il rock anni 70 e i ritmi della tradizione popolare. Una chiusura di serata, insomma, degna di rilievo.

Tutti gli eventi, ricordiamolo, si inseriscono nel percorso di costruzione dell'identità territoriale avviato e promosso dal GAL Golfo di Castellammare. Un percorso che ha riconosciuto nella contradanza il minimo comune denominatore di un territorio ricco di tradizione e storia. In tale contesto, la commistione tra diversi generi (contradanza, jazz, blues, folk), stavolta incorniciata anche dalla tradizione culinaria, si inscrive sotto l'egida del connubio artistico e culturale, tra passato e futuro, tradizioni e avanguardia, caratteristiche principali del nuovo brand territoriale, tenacemente voluto e promosso dal GAL Golfo di Castellammare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balestrate, gal InContraDanza e sapori di siccia..ra

PalermoToday è in caricamento