Cronaca

Fallimento Pea, assessore Armao indagato per bancarotta fraudolenta

La società, costituita per la realizzazione di un termovalorizzatore a Palermo mai costruito per l'annullamento della gara di appalto, è sull'orlo del crack con oltre 40 milioni di debiti

L'assessore regionale Gaetano Armao @Tm News-Infophoto

L'Assessore regionale all'Economia Gaetano Armao è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di bancarotta fraudolenta. Armao, che non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione, è coinvolto nella vicenda del fallimento della Pea, azienda che ha tra i soci il gruppo Falk e l'Amia. La Pea, costituita per la realizzazione di un termovalorizzatore a Palermo, mai costruito per l'annullamento della gara di appalto, è sull'orlo del crack, con oltre 40 milioni di debiti.

LA REPLICA. "Apprendo da notizie di stampa di un'indagine in seno alla quale sarei persona indagata del reato di concorso in bancarotta fraudolenta per aver svolto in passato l'attività di legale in favore della Pea spa. Sorprende, innanzitutto, che l'informazione sia divulgata a mezzo stampa, prima ancora di ricevere alcuna comunicazione al riguardo dall'autorità giudiziaria procedente", questo quanto dichiara Armao. Che aggiunge: "Per tale ragione ho già conferito incarico al legale di fiducia, l'avvocato Rizzuti, perchè denunzi la violazione del segreto istruttorio avvenuta, si ha motivo di ritenere, col preciso fine di ledere la mia immagine quale componente del governo regionale. Allo stesso legale ho conferito incarico perchè possa intraprendere ogni utile iniziativa volta a chiarire la questione che, per il vero, attiene all'attivita di assistenza legale che ho svolto in passato in co-difesa con numerosi e autorevoli legali di fama nazionale in favore della citata società".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Pea, assessore Armao indagato per bancarotta fraudolenta

PalermoToday è in caricamento