Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Dai Cimiteri ai Tributi, Marchese ironizza: “Fra i seppellitori anche zoppi e cardiopatici”

Il dirigente comunale lascia il posto occupato sette anni fa in favore di Sergio Maneri capoarea del settore Decentramento. In una lettera aperta al Sindaco si dice soddisfatto del lavoro svolto: "Avviati progetti per videosorveglianza ai Rotoli e necrologi online"

Cambio al vertice del settore impianti cimiteriali del Comune. Il dirigente Gabriele Marchese lascia il posto occupato sette anni fa in favore, probabilmente, di Sergio Maneri capoarea del settore Decentramento. “Si tratta di una normale rotazione” spiega l’ex capo di Gabinetto, che sarà sostituito per quanto riguarda questo incarico, con un ritorno al modello Cammarata, da Sergio Pollicita. Marchese non perde tempo e, così, per accommiatarsi ‘degnamente’ da entrambi i ruoli e prima di approdare al nuovo incarico all'interno del settore Tributi, ha scritto una lettera aperta al Sindaco in cui parla del lavoro svolto in questi anni.

Fra i progetti lasciati incompleti per motivi di tempo ci sono la gara per l’acquisto di un nuovo forno crematorio e il nuovo servizio on line di pubblicazione (da offrire gratuitamente o “a tariffa”) dei necrologi. “Il progetto è ormai compiuto – aggiunge Marchese – bisogna solamente che i vertici dell’Amministrazione decidano come gestirlo. In pratica ogni decesso sarà pubblicato in un’apposita area del sito del Comune e chi vorrà, attraverso una mascherina, potrà compilare il necrologio”. A un passo dal completamento anche il sistema di videosorveglianza progettato per il cimitero di Santa Maria dei Rotoli che attende solo il collaudo per entrare in funzione.

“Evito, perchè troppo nota, - spiega nella lettera a Orlando non senza un po’ d’ironia e polemica - ogni citazione circa la collaborazione avuta dai “colleghi” nella gestione delle diverse criticità ma non posso omettere (solo per sorridere) di citare il significativo apporto avuto dal settore del personale che nel periodo di sospensione dal lavoro degli, ormai, ex gesip ha inviato quali seppellitori (solo per citarne alcuni)  dipendenti cardiopatici, uno addirittura senza una gamba etc.”.

Nonostante ciò Marchese si dice soddisfatto dell’apporto significativo dato al settore: “Oggi – dice – consegno il cimitero dei Rotoli in condizioni che senza alcun dubbio definirei dignitose:  la sala Bonanno pressocchè completamente svuotata dalle bare, i viali principali asfaltati, il forno crematorio funzionante con regolarità tranne brevi interruzioni necessarie per la manutenzione e con sole 5 salme in attesa di essere cremate, un incremento delle cremazioni che si aggira intorno al 300% rispetto all’anno precedente, i lavori per la messa in sicurezza del costone roccioso avviati, una discreta riserva di loculi derivanti da revoche per le emergenze che potranno verificarsi così come previsto dalla normativa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai Cimiteri ai Tributi, Marchese ironizza: “Fra i seppellitori anche zoppi e cardiopatici”

PalermoToday è in caricamento