menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bagheria, via Catullo (foto Google)

Bagheria, via Catullo (foto Google)

Bagheria, sorpresi a rubare ferro nei locali di un’ex clinica: due arresti

In manette Giovanni Pirrotta (36 anni) e Salvatore Sciortino (29 anni). I poliziotti li hanno beccati in via Catullo, al primo piano di un edificio, mentre cercavano di smontare pezzi di porte e infissi

Sorpresi a depredare una struttura dismessa appartenente a un’ex clinica. La polizia ha arrestato a Bagheria Giovanni Pirrotta (36 anni) e Salvatore Sciortino (29 anni), il primo con l’accusa di rapina impropria, resistenza, violenza e lesioni a pubblico Ufficiale, il secondo ritenuto responsabile del reato di tentato furto aggravato in concorso. Sono stati visti da una pattuglia di passaggio in via Catullo dove si sentivano forti rumori dal primo piano dello stabile.

Da un controllo più accurato gli agenti hanno notato la presenza di due individui al primo piano dell’immobile mentre cercavano di smontare materiale ferroso dagli infissi. "Circondato l’edificio con l’ausilio di altre volanti - spiegano dalla Questura - i poliziotti hanno accerchiato le due persone. Sciortino è stato subito fermato, mentre Pirrotta ha tentato la fuga divincolandosi con violenti strattoni e opponendo resistenza. Gli agenti hanno constatato come sul pianerottolo del primo piano fosse stato accatastato del materiale in alluminio pronto per essere trasportato, oltre a due computer case della Ibm e un monitor”.

Tra il materiale in alluminio recuperato c’erano parti di porte, finestre e serrande, che sono poi risultati appartenere alle porte del primo piano. Accanto a questo materiale i poliziotti hanno rinvenuto un giravite e una borsa di colore blu e contenente altri arnesi da scasso. Il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro. Gli arresti sono stati convalidati dall’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento