Vandali ancora in azione nelle scuole: raid negli asili Papavero e Rallo

Si allunga l'elenco delle strutture comunali "visitate" approfittando della chiusura forzata per l'epidemia sanitaria. Saccheggiati i locali del nido di via Acireale, bloccati con la colla i lucchetti del Rallo. Orlando e Marano: "Ancora attacchi vili e delinquenziali"

Prima la scuola Serpotta al Borgo, poi la Falcone allo Zen e la Pertini allo Sperone, adesso gli asili Papavero a Borgo Nuovo e Rallo, zona Don Orione. Si allunga l'elenco delle strutture comunali "visitate" dai vandali approfittando della chiusura forzata per l'epidemia sanitaria.

Ignoti si sono introdotti nei locali de "Il Papavero" di via Acireale, portando via materiale didattico e non. Al Rallo invece i lucchetti sono stati bloccati con la colla. 

"Ancora una volta - dicono il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Scuola, Giovanna Marano - dobbiamo registrare atti di vandalismo e furti perpetrati a danno di asili nido comunali. Siamo ancora una volta di fronte ad attacchi vili e delinquenziali a carico di luoghi e spazi realizzati per garantire il diritto alla crescita e al benessere dei più piccoli, mentre si progetta la condivisione di spazi esterni dei nidi, dei loro giardini, proprio nella logica del bene comune da aprire alle bambine e bambini per utilizzarlo come spazio pubblico del quartiere".

Pochi giorni fa, un danneggiamento era stato commesso contro il Peter Pan, al Cep.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Neanche l'eccezionalità della  pandemia - concludono Orlando e Marano - ha fermato vandali e delinquenti. Un asilo nido è un simbolo delle potenzialità dell'educazione alla cittadinanza, presupposto dei processi educativi fecondi per la nostra comunità. Derubare un servizio educativo è un atto contro tutti, anche contro i nostri figli e nipoti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento