Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Furto da 10 mila euro in tabaccheria: polizia rintraccia palermitano, in casa pacchi di sigarette e pistole

Denunciato un 42enne: l'assalto era stato messo a segno lo scorso 9 febbraio in provincia di Siena. Caccia agli altri due complici

In tre avevano messo a segno un furto per oltre 10 mila euro ad una tabaccheria della provincia di Siena, ma dopo circa due mesi la polizia ha rintracciato e denunciato uno degli autori. Si tratta di un palermitano di 42 anni, che è stato individuato nella zona di Arezzo.

L'assalto era stato realizzato lo scorso 9 febbraio. Alzatosi di prima mattina per aprire la sua tabaccheria di Monteriggioni, il titolare aveva trovato una brutta sorpresa, notando infatti che l’inferriata a protezione dell’ingresso era stata scardinata e, all’interno del negozio, era stata rubata diversa merce, fra cui tabacchi vari per un valore di 7.500 euro, consegnati il giorno prima dal suo fornitore, 1.800 euro di gratta e vinci dai vari importi, sigarette elettroniche, per un valore totale di 700 euro, e circa 100 euro in monete dal fondo cassa. A quel punto si era rivolto alla polizia per sporgere denuncia e subito sono state avviate le indagini da parte della Squadra mobile della Questura di Siena.

Un dettagliato lavoro di visione delle telecamere che inquadrano tutte le zone circostanti, e altre attività sulle quali si sono concentrati gli investigatori, hanno consentito di individuare l’autovettura sulla quale viaggiavano gli autori del furto, che erano in tre. Tutti gli indizi raccolti hanno portato i poliziotti in provincia di Arezzo, nel Valdarno, dove hanno eseguito una perquisizione domiciliare nei confronti del 42enne palermitano.

Quanto trovato all'interno della sua abitazione ha confermato i sospetti degli uomini della Squadra mobile. Sono stati infatti rinvenuti svariati pacchi di sigarette delle più disparate marche, confezioni per sigarette elettroniche, oltre duecento tagliandi di gratta e vinci, vari rotoli incartati con monetine di vario taglio, per un totale di 100 euro, nonché un cacciavite di grandi dimensioni ed un piede di porco, questi ultimi, secondo gli investigatori, utilizzati probabilmente per forzare la porta d’ingresso del negozio.

Nel corso della perquisizione è stata trovata anche una pistola Beretta modello 70 calibro 7,65, illegalmente detenuta, sulla cui provenienza gli investigatori stanno ancora indagando e la riproduzione di una Beretta modello 98, priva del tappo rosso sulla parte anteriore. Il palermitano è stato quindi denunciato per furto, ricettazione e detenzione illegale di arma. Le indagini intanto proseguono per scoprire l’identità dei due complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto da 10 mila euro in tabaccheria: polizia rintraccia palermitano, in casa pacchi di sigarette e pistole
PalermoToday è in caricamento