Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Rubarono supplì, tonno e formaggio in un negozio: dopo 8 anni scatta la prescrizione

Imputate due donne che erano state sorprese il 31 gennaio del 2013 mentre portavano via la merce senza pagare il conto da 30,54 euro. Dopo le condanne in primo e secondo grado, la Cassazione ha annullato senza rinvio la sentenza perché è trascorso troppo tempo

Erano finite sotto processo per aver rubato alcuni prodotti dagli scaffali di un supermercato della città. Una spesa dal valore di poco più di 30 euro che era costata una condanna a due donne, S. P., di 43 anni, e A. C., di 30. Ora però, essendo passati più di otto anni dal furto, avvenuto il 31 gennaio del 2013, per entrambe la Cassazione ha dichiarato la prescrizione.

La lista della spesa portata via dalle due imputate fa un po' sorridere ed è riportata in maniera dettagliata nel capo d'imputazione: due confezioni di supplì alla mozzarella, due di formaggio grattugiato, due di tonno in vetro e due di formaggio filante. Tutta merce - dal valore complessivo di 30,54 euro - che era stata rubata e che aveva fatto finire nei guai le due. In primo grado il tribunale le aveva condannate per furto aggravato in concorso, ma la Corte d'Appello, il 16 dicembre del 2019, aveva deciso di concedere le attenuanti generiche, riducendo la pena.

Sono state proprio le imputate ad appellarsi alla Suprema Corte, segnalando anche che il reato era prescritto dal 31 gennaio del 2020. I giudici hanno fatto facilmente i conti e - essendo passato troppo tempo tra il momento in cui è avvenuto il furto e la conclusione del processo - la sentenza di condanna è stata annullata senza rinvio proprio per intervenuta prescrizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubarono supplì, tonno e formaggio in un negozio: dopo 8 anni scatta la prescrizione

PalermoToday è in caricamento