Cronaca

Furto con spaccata in un bar, palermitano condannato a quattro mesi

L'episodio risale alla notte del 10 agosto scorso ed è stato commesso a Reggio Emilia

Un palermitano di 36 anni, Filippo Alaimo, è stato condannato a quattro mesi di carcere per il furto con spaccata in un bar di Reggio Emilia. L'episodio risale alla notte del 10 agosto. Con Alaimo era stato arrestato un complice di 53 anni. "Il palermitano - come si legge sul restodelcarlino.it - si era assunto la responsabilità piena del furto: 'E' stata una mia iniziativa, l’altro non c’entrava e mi ha solo seguito'". Il palermitano era stato trovato dai carabinieri con 18,50 euro in tasca.

"Per lui il pm ha chiesto tre anni di reclusione, alla luce dei precedenti specifici da lui accumulati dal 2003 in avanti. L’avvocato difensore Helmut Bartolini ha chiesto sei mesi e il riconoscimento delle attenuanti generiche, rimarcando che ha risarcito il danno. Il giudice ha disposto per lui quattro mesi, pena sospesa, e ha revocato l’obbligo di firma - si legge ancora sul restodelcarlino.it -. Per il presunto complice, rimesso in libertà dopo l’arresto, è stata chiesta la messa alla prova. In agosto lui aveva detto di aver seguito Alaimo, ma solo perché in quel momento era in uno stato alterato. Dalla visione delle telecamere, mentre Alaimo sfondava la porta, lui appariva invece vagare ma senza entrare in azione nel furto, anche se secondo il pm lui avrebbe agito in concorso". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto con spaccata in un bar, palermitano condannato a quattro mesi

PalermoToday è in caricamento