menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede di Arcigay dopo il furto

La sede di Arcigay dopo il furto

Svaligiata sede di Arcigay: rubati pc e videoproiettori, tv e preservativi

A fare l'amara scoperta sono state tre operatrici de La Migration, lo sportello per migranti Lgbti. Il presidente Marco Ghezzi: "Al netto dell'ingente danno economico, sono tutti materiali che utilizziamo per lavorare quotidianamente. Siamo sconfortati". Indaga la polizia

Raid nella sede di Arcigay, nei pressi della Cattedrale. Qualcuno si è introdotto nei locali dell'associazione rovistando ovunque e portando via di tutto: dai pc ai preservativi. L'amara scoperta ieri, quando tre operatrici de La Migration, lo sportello per migranti Lgbti, arrivando in sede per un colloquio di supporto a un ragazzo richiedente asilo si sono accorte che la porta era stata scassinata. 

"Si sono portati via portatili, videoproiettore, tv, Wii e preservativi - dicono da Arcigay - Abbiamo denunciato, naturalmente, e la Scientifica ha raccolto impronte e indizi. Purtroppo il periodo è abbastanza nero, e questo 2020 sembra voler battere tutti i record. Ma ce la faremo, e torneremo ad usare la sede, che sarà più bella che mai".

Si tratta, spiega il presidente di Arcigay Palermo Marco Ghezzi in un post su Facebook, della "stessa sede che stavamo cercando di salvare, perché dall'interruzione delle attività a causa della pandemia non è stato più possibile per un anno intero fare eventi di autofinanziamento, cioè una parte sostanziale ed essenziale dell'economia della nostra associazione. Al netto dell'ingente danno economico sono tutti materiali che utilizziamo per lavorare quotidianamente per garantire al territorio e alla comunità LGBTIQ+ e non solo, servizi, accoglienza, supporto psicologico, legale e prevenzione. Lavoro che da oggi sarà reso ancora più difficile. Da qualche mese a questa parte vediamo sempre di più la strada in salita. Oggi siamo sconfortat*. Ma siamo anche consapevoli che torneremo presto in attività, più propositivi e con lo stesso orgoglio che ci caratterizza, ormai da 40 anni. Non è il miglior compleanno che ci si potesse aspettare ma siamo sopravvissut* a peggio".

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento