Borgo Vecchio, vandali saccheggiano la scuola Serpotta: rubati anche i rubinetti

Qualcuno si è introdotto nei locali dell'istituto, chiuso per l'emergenza Coronavirus, facendo sparire materiale didattico e ludico ma anche parte dei sanitari. Valentina Chinnici, capogruppo di Avanti Insieme al Consiglio: "Inaccettabile"

Raid vandalico nella scuola elementare Serpotta, al Borgo Vecchio. Qualcuno si è introdotto nei locali dell'istituto, chiuso per l'emergenza Coronavirus, saccheggiandolo: è sparito materiale didattico e ludico ma sono stati portati via anche alcuni rubinetti dei bagni. Molti gli oggetti lasciati all'interno ma distrutti. 

"I furti e gli atti vandalici contro le scuole sono sempre gesti odiosi e inaccettabili, ma lo sono ancora di più in questo momento di chiusura forzata e di grande sofferenza per la scuola tutta", dice Valentina Chinnici, capogruppo di Avanti Insieme al Consiglio comunale.

"Nell’esprimere profonda solidarietà alla dirigente scolastica Aurora Fumo e alla comunità scolastica dell’istituto comprensivo Politeama di cui mi onoro di fare parte - aggiunge Chinnici - auspico che il quartiere Borgo Vecchio reagisca con forza all’attentato vigliacco subìto dal plesso Serpotta, con una violenza cieca che colpisce al cuore tutta la cittadinanza, ma soprattutto i bambini e le bambine che questa scuola frequentano. Sono certa che il l’amministrazione comunale farà la sua parte per restituire il Serpotta alla sua comunità, ma è tempo di comprendere che la scuola è il bene comune per eccellenza e che quindi va difesa con decisione, responsabilità e senso di appartenenza da parte di tutti e tutte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Cervello, irrompe in un reparto Covid e (senza mascherina) urla ai medici: "Voglio vedere mio padre"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento