Furto in una scuola, rubati i soldi per l'iscrizione dei bambini al torneo di scacchi

I ladri sono entrati forzando una finestra nel plesso di largo Ercole dell’Istituto Maredolce, zona Oreto. Il preside Pizzolato: “Rubare a scuola equivale a rubare il futuro ai nostri ragazzi. Ma posso garantire che parteciperanno al torneo”

La classe dopo la visita dei ladri

Hanno partecipato alle varie lezioni, hanno imparato come si muove ogni pezzo della scacchiera e come si fa un “arrocco corto”, ma adesso la partecipazione di oltre una dozzina di giovani studenti a un torneo di scacchi potrebbe essere a rischio. I ladri sono entrati stanotte nel plesso di largo Ercole, in zona Oreto, che fa parte dell’istituto comprensivo Maredolce, e hanno portato via un bottino di 120 euro. Nonostante l’imprevisto il preside Nicola Pizzolato assicura: “Posso garantire - dice a PalermoToday - che troveremo un modo e permetteremo ai nostri ragazzi di partecipare”.

Secondo una prima ricostruzione i ladri sarebbero entrati forzando una delle finestre che si trovano lungo uno dei corridoi. Una volta dentro hanno rovistato ovunque a caccia di “oggetti preziosi” o altro. “Fortunatamente non sono riusciti a entrare nell’aula informatica perché è blindata. E' comunque molto spiacevole pensare che qualcuno abbia fatto irruzione e abbia rovistato nelle classi dei nostri studenti. Saranno di certo persone bisognose ma preferiremmo che si presentassero qui di giorno per provare ad aiutarle, le nostre porte sono sempre aperte”.

Stamattina a scuola sono intervenuti i carabinieri e il personale della Scientifica per effettuare i rilievi. A denunciare l’accaduto è stato proprio il dirigente scolastico che non nasconde tutto il suo dispiacere. “E’ un atto vergognoso al di là del valore ma rubare in una scuola significa rubare il futuro ai nostri bambini. E infatti mi spiace che i nostri ragazzi abbiano dovuto perdere un giorno di scuola e di socializzazione per questo problema”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

Torna su
PalermoToday è in caricamento