rotate-mobile
Cronaca

Partinico, nuovo furto all'istituto Danilo Dolci: ladri rubano un tv 75 pollici e un pc

L'episodio nella notte tra venerdì e sabato. "Rimango sconcertato da come si possa continuare a compiere questi atti indisturbati. Tutti gli sforzi fatti in questi anni sembrano vanificati", commenta con amarezza il preside Chimenti. Cisl Scuola: "Atti che denotano un baratro sociale e culturale pericolosissimo"

Ennesimo furto alla scuola Danilo Dolci di Partinico. A poco più di un mese dall’ultimo episodio i ladri sono tornati a colpire l’istituto. Nel mirino questa volta la sede centrale. Nella notte tra venerdì e sabato ignoti sono entrati nell'edificio di via Goffredo Mameli attraverso un balcone al primo piano, lato via Ruggero Leoncavallo, si sono intrufolati in un’aula e hanno rubato l’attrezzatura utilizzata da studenti e docenti per la didattica, un televisore 75 pollici e un computer portatile.

"Rimango sconcertato - commenta il dirigente scolastico Gioacchino Chimenti (foto allegata) - da come si possa continuare a compiere questi atti indisturbati. Tutti gli sforzi fatti in questi anni per mettere i nostri studenti nelle condizioni di svolgere al meglio le attività sembrano vanificati da queste azioni ignobili. Le diverse iniziative di solidarietà e le donazioni di cui abbiamo usufruito per ripristinare il maltolto delle altre volte in cui siamo stati vittime di furti, che abbiamo tenuto nel silenzio per evitare di farlo sapere ai ladri, sembrano vanificati. Ma non ci arrendiamo".

Le forze dell’ordine, raccolta la denuncia, hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità dei ladri e magari recuperare la refurtiva. "Vorrà dire - aggiunge Chimenti - che innalzeremo le misure di sicurezza, come fatto in altri plessi, e continueremo a ripristinare il maltolto, perché i nostri alunni non devono essere vittime di questi delinquenti. Tutto nostro il dovere di continuare a educare i nostri ragazzi al rispetto della cosa pubblica e al fatto che tutti gli strumenti che la scuola mette a disposizione sono di proprietà di ognuno di loro e, quindi, ancora una volta siamo stati tutti derubati”

Sull’episodio è intervenuto il segretario generale della Cisl Scuola Palermo-Trapani, Vito Cassata: "Siamo vicini al preside e a tutta la comunità scolastica del Danilo Dolci oggetto, ancora una volta, di furti. Sono atti inaccettabili che denotano un baratro sociale e culturale pericolosissimo e condizionano pesantemente il funzionamento del nostro sistema scolastico privandolo di strumenti indispensabili, che ci auguriamo possano essere tutti ripristinati".

Gli fa eco il segretario di zona della Cisl, Pietro Galati, che condanna senza appello i “ladri del nostro futuro. La scuola - afferma - è il cuore pulsante della nostra società, da essa dobbiamo ripartire per ridare slancio ad un territorio spesso in balia di un manipolo di delinquenti che agiscono quasi indisturbati. Siamo certi che l’amarezza per un gesto così grave non scalfirà l’entusiasmo e la determinazione di questa comunità educante e della parte sana di un territorio che vuole riscattarsi".

Poco più di un mese fa i ladri erano già riusciti a entrare nella succursale di via Aldo Moro facendo un danno complessivo di oltre seimila. Due settimane dopo la Flc Cgil ha donato alla scuola e consegnato nella mani del preside Chimenti un nuovo computer portatile. “Un gesto simbolico - aveva commentato il segretario del sindacato, Fabio Cirino - che ne deve richiamare altri perché siamo convinti che lì dove si perpetrano danneggiamenti, furti e atti di teppismo, il primo vero danno lo si fa agli studenti e al futuro del Paese e tutta la comunità è chiamata a reagire”.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinico, nuovo furto all'istituto Danilo Dolci: ladri rubano un tv 75 pollici e un pc

PalermoToday è in caricamento