Cronaca

Zen, dopo l'ennesimo raid arrivano i fondi per la scuola Falcone: "I cittadini collaborino"

L'assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla ha partecipato all'assemblea indetta dalla dirigente scolastica Daniela Lo Verde con i docenti e alcune famiglie e ha rivolto un appello alla città: "Ognuno, nell’ambito delle proprie possibilità, supporti l'istituto con fornitura di giocattoli, cura del verde"

L'assessore Lagalla visita la scuola Falcone dopo l'ennesimo atto vandalico

Dopo l'ennesimo atto vandalico contro la scuola Giovanni Falcone dello Zen le istituzioni si mobilitano per ripristinare la legalità e aiutare docenti e bambini. L'assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla ha garantito che sono in arrivo i fondi per il recupero dell'area e invita i cittadini a mobilitarsi in prima persona.

Lagalla ha partecipato all'assemblea indetta dalla dirigente scolastica Daniela Lo Verde con i docenti della scuola e alcune famiglie portando "la solidarietà del presidente Musumeci e del governo regionale". Ha sottolineato che "ogni tipo di attacco all’istituzione scolastica, soprattutto nelle aree a maggiore rischio, costituisce un gesto di disprezzo verso la comunità e di gratuita viltà nei confronti dei bambini e dei giovani".

Zen, vandali alla scuola Falcone: "Hanno rubato tutto, anche il sorriso dei bambini"

“Il governo regionale - ha detto Lagalla - è qui non solo per proporre soluzioni tecniche, peraltro già avvistate, ma per affidare a questa presenza il senso della solidarietà e della vicinanza dell’istituzione regionale, in particolare ai bambini che sono stati ingiustamente privati di beni per loro primari. Si è trattato di un atto meschino e incomprensibile. Conosciamo le difficoltà del quartiere, ma anche l’impegno quotidiano profuso dal corpo docente e dalle tante famiglie che oggi sono qui riunite. Alla luce di ciò, mi preme rivolgere un appello alla città di Palermo affinché ogni impresa, ogni operatore, ogni cittadino, se vorrà e nell’ambito delle proprie possibilità, possa iscriversi a una gara di solidarietà verso questa scuola, supportandola attraverso la fornitura di giocattoli, la cura del verde, la messa in opera di piccoli impianti di sicurezza e quant’altro possa rendere la struttura più efficiente e sicura, nonché messa al riparo dal così frequente ripetersi di azioni vandaliche". 

L'assessore precisa che "ovviamente non si chiede un intervento sostitutivo di quello, doveroso, delle istituzioni, ma un momento di attenzione e di solidarietà verso i bambini e le loro famiglie, nonché un atto di corale testimonianza contro la violenza gratuita e l’insensatezza di certi comportamenti. Da parte sua, il governo regionale, avendo già individuato la scuola dello Zen 2 tra quelle facenti parte della sperimentazione promossa insieme al Miur, trasferirà all’istituto scolastico, già dalle prossime settimane, le risorse necessarie per le concordate attività di potenziamento didattico e di riqualificazione dei luoghi”.

Nelle scorse ore il sindaco Orlando aveva invitato i residenti dello Zen a "prendere le distanze dagli irresponsabili che danneggiano i loro figli e il quartiere, perché non sia solo l'impegno delle forze dell'ordine, della scuola e delle associazioni a combattere questi incivili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zen, dopo l'ennesimo raid arrivano i fondi per la scuola Falcone: "I cittadini collaborino"

PalermoToday è in caricamento