Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Brancaccio, le telecamere lo inquadrano mentre ruba rame alla stazione: arrestato

Con l'accusa di furto aggravato è finito in manette un noto pregiudicato palermitano di 29 anni. Per tagliare le trecce di rame aveva utilizzato un coltello da cucina con una lama in acciaio lunga 10 centimetri

E’ stato ripreso dalle telecamere di sicurezza dello scalo ferroviario di Brancaccio mentre armeggiava nei pressi di una motrice parcheggiata nel deposito locomotive. Con l'accusa di furto aggravato di rame è finito in manette Cristian Rizzuto di 29 anni. Il personale di protezione aziendale ha fatto scattare l'allarme dopo aver visionato in diretta i movimenti sospetti del giovane. E' stato chiesto così l’intervento della polizia. Giunti sul posto, gli uomini della Polfer hanno sorpreso Rizzuto in fragranza di reato.

"Si tratta di un noto pregiudicato palermitano - dicono dalla questura -. Rizzuto stava cercando di guadagnare l’uscita dallo scalo proprio quando gli è stato intimato l’alt dai poliziotti. Senza opporre alcuna resistenza ha lasciato cadere il coltello da cucina che aveva in mano e una busta contenente la refurtiva". 

Portato negli uffici della polizia ferroviaria Rizzuto, dopo gli accertamenti di rito - da cui è emerso che a suo carico pendeva un avviso orale emesso dal questore di Palermo - è stato tratto in arresto. Sequestrato il coltello da cucina (con una lama in acciaio lunga 10 centimetri): era stato utilizzato per tagliare le trecce di rame. L’oro rosso che era stato rubato (5 spezzoni di diversa lunghezza, per un totale di 3 chili) invece è stato restituito a Trenitalia. Rizzuto è stato poi giudicato con il rito per “direttissima”: il provvedimento è stato convalidato.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio, le telecamere lo inquadrano mentre ruba rame alla stazione: arrestato

PalermoToday è in caricamento