Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Brancaccio / Via Giuseppe Cirincione

Brancaccio, furto di ferro e rame in un capannone dismesso: 4 arresti

Erano giunti a bordo di una motoape, armati di cacciavite, per ripulire l'ex "Complesso Cavallacci Poste e Telecomunicazioni". Sorpreso dagli agenti "in borghese", uno degli uomini avrebbe detto: "Tranquillo, tanto ce n'è a volontà"

Il Complesso Cavallacci Poste e Telecomunicazioni di Brancaccio

In quattro armati di cacciavite per ripulire capannone dismesso. La polizia ha tratto in arresto quattro uomini, R.C. (20 anni), S.T. (55 anni), A.G. (24 anni) e F.P.B. (29 anni), sorpresi pochi giorni fa nel complesso Cavallacci Poste e Telecomunicazioni di via Giuseppe Cirincione, dove erano giunti a bordo di una motoape per cercare di portare via materiale in ferro e rame.

L'arresto è frutto del lavoro degli agenti di polizia del commissariato Oreto-Brancaccio, intervenuti "in borghese" nel capannone dove i quattro credevano di agire indisturbati. Il furto nel complesso era ormai considerati da quegli uomini una consuetudine tanto che, alla vista della polizia, uno degli arrestati li ha scambiati per alcuni "compagni d'arte", pregandoli di attendere con pazienza il loro turno perché "tanto di ferro e rame ce ne era a volontà".

Una volta messe loro le manette, gli arrestati sono stati trasferiti nelle camere di sicurezza in attesa del rito per direttissima. I quattro più giovani sono stati condannati a quattro mesi di reclusione, pena sospesa, per il reato di furto aggravato in concorso mentre per il cinquantacinquenne è stato previsto il rito abbreviato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio, furto di ferro e rame in un capannone dismesso: 4 arresti

PalermoToday è in caricamento