Cronaca Montepellegrino / Via Alberto Rallo

Ruba rame da un asilo: arrestato Oro rosso, boom di furti in città

Numeri che raccontano un'emergenza: dall'inizio dell'anno, per i furti di rame a Palermo e Provincia, sono state arrestate 57 persone, mentre altre 23 denunciate in stato di libertà. L'ultimo episodio ieri notte in via Rallo, zona Don Orione

E' un giro d'affari da milioni di euro. La chiamano la caccia all'oro rosso. Il numero di furti di rame in città continua a lievitare, fino a trasformarsi in vera emergenza. A farne le spese linee elettriche dell’Enel e dell’Amg, le linee delle Ferrovie dello Stato e Telecom, e perfino i cimiteri. Dall’inizio dell’anno, per i furti di rame a Palermo e Provincia, sono state arrestate 57 persone, altre 23 denunciate in stato di libertà.? Danni incalcolabili per le aziende e frequenti disagi per i cittadini costretti spesso a convivere con il buio "improvviso".

L'ultimo episodio risale a ieri notte. Un uomo, intorno all'1.30, è stato sorpreso mentre rubava pannelli di rame dal tetto di un asilo comunale in via Rallo, nel quartiere Don Orione. I carabinieri hanno arrestato F. M., pregiudicato palermitano di 54 anni. Gli equipaggi delle "gazzelle" del  nucleo Radiomobile impegnati in un servizio di controllo del territorio, stavano transitando nella zona, quando hanno notato un uomo aggirarsi sul tetto dell’istituto, l'asilo nido Rallo.

I controlli hanno accertato che l'uomo era impegnato a trafugare la copertura della tettoia composta di pannelli in rame. I carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato gli arnesi da scasso utilizzati dal malvivente che, accompagnato in caserma è stato quindi arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato. Portato in tribunale, l'uomo è stato sottoposto al rito direttissimo, e dopo la convalida dell’arresto è stata disposta la misura cautelare in carcere, all’Ucciardone.

F.M., l'uomo arrestato ieri notte:

F. M.-8

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba rame da un asilo: arrestato Oro rosso, boom di furti in città

PalermoToday è in caricamento