Cronaca

Ruba 70 euro in un panificio e mette i soldi nelle mutande, 18enne preso dopo inseguimento

E' successo a Termini Imerese: in manette un giovane gambiano senza fissa dimora. Dovrà rispondere dell’accusa di rapina e lesioni personali. Durante la fuga ha colpito il panettiere nel tentativo di divincolarsi

I carabinieri davanti al panificio

Dovrà rispondere dell’accusa di rapina e lesioni personali un gambiano di 18 anni arrestato per una rapina messa a segno in un panificio di Termini Imerese. E' successo tutto ieri mattina intorno alle 8.30 quando i carabinieri del Nucleo Radiomobile - allertati dalla centrale operativa - hanno fermato in via Libertà un giovane extracomunitario senza fissa dimora (K.L. le iniziali).

"Il diciottenne - dicono i carabinieri - poco prima aveva fatto irruzione all’interno di un panificio nei pressi della stazione ferroviaria per rubare 70 euro dal registratore di cassa e per poi fuggire subito dopo a piedi. Quando il titolare si è accorto del furto, è scattato l'inseguimento. Una volta raggiunto il fuggitivo, però, il panettiere è stato colpito più volte a una mano dal gambiano che tentava di divincolarsi e rimettersi nuovamente in fuga con il bottino".

Il tempestivo intervento dei carabinieri ha permesso di bloccare definitivamente il ragazzo e recuperare il denaro, che nel frattempo aveva nascosto all’interno dei suoi slip. Il panettiere, dolorante alla mano colpita, è stato poi portato all'ospedale di Termini Imerese (per lui prognosi di pochi giorni) mentre il fermato, risultato anche senza fissa dimora in Italia, su disposizione del pm di turno della Procura di Termini Imerese è stato portato in carcere, al Burrafato, dove rimarrà in attesa del giudizio per direttissima che verrà celebrato domani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba 70 euro in un panificio e mette i soldi nelle mutande, 18enne preso dopo inseguimento

PalermoToday è in caricamento