Policlinico ancora nel mirino, ladri rubano nel laboratorio d'analisi dei tamponi Coronavirus

Prima la Medicina d'urgenza, poi la Chirurgia clinica, adesso l'Istituto d'igiene. Malviventi scatenati negli ultimi giorni. Un medico: "Siamo in guerra e ci rubate i vestiti?". Indagano polizia e carabinieri

Uno degli ambienti visitati dai ladri la scorsa notte

Nuova ondata di furti al Policlinico. Dopo i primi due episodi che hanno riguardato la Medicina d’urgenza e la chirurgia plastica, questa notte i ladri sono entrati all’Istituto d’igiene rubando su tre piani diversi. Poi, non contenti, sono entrati anche nel piano cantinato dove si trova il laboratorio regionali in cui vengono effettuate le analisi sui tamponi per i casi sospetti di Coronavirus. Dopo essersi accorti dell’accaduto medici e infermieri hanno controllato anche armadietti per verificare cosa fosse “sparito”.

VIDEO | Il raid tra i tamponi Coronavirus: "Lavoriamo anche per voi e voi rubate col rischio di infettarvi"

Il terzo furto in ospedale in pochi giorni (il quarto se si considera anche l’episodio del distributore automatico) inizia a mettere in allarme i sanitari. "Il Policlinico - dice un medico in servizio nel nosocomio - è chiaramente nel mirino E' una cosa indegna. Noi lavoriamo per tutti, rischiamo ogni giorno. Siamo ogni giorno esposti al pericolo. Lo facciamo perché è nostro dovere, perché abbiamo scelto di essere al servizio della comunità e veniamo ripagati cosi? In questo momento poi... Combattiamo una guerra, quando arriverà il peggio saremo in prima linea. E ci rubate i vestiti?”.

Anche i colleghi nei giorni precedenti non hanno nascosto la loro amarezza per questi furti che danneggiano una categoria, quella dei sanitari, impegnata nell’emergenza. "Qualche mese - aggiunge il medico - fa ci rubavano la benzina dalle moto lasciandoci a piedi. Le denunce sono state inutili. Tu sapevi che se venivi in moto a fare la notte, l'indomani dovevi spingere”. Una volta constatato l’accaduto dall’ospedale è partita una richiesta d’intervento alle forze dell’ordine che hanno acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da lunedì ad oggi sono stati registrati numerosi casi. I ladri non hanno risparmiato niente e nessuno portando via materiale didattico e computer da scuole elementari e asili nido, merce e attrezzature da un’azienda che commercia pallet, mega schermi e integratori da una palestra in provincia. L’ultimo in ordine cronologico quello a un centro benessere in pieno centro storico, a Palermo, dove un giovane avrebbe preso di mira la sala all’ingresso aperta h24 in cui si trovano alcuni distributori automatici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento