rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Libertà / Via Enrico Albanese

Furto nella notte, razziato il negozio di un parrucchiere: "Riparto con le piastre delle mie figlie"

Nel mirino l'attività gestita da Franz Aguglia di via Enrico Albanese. Sono entrati di notte e hanno portato via un pc e l'attrezzatura del coiffeur. Danno complessivo: 7 mila euro. Sull'episodio indagano i carabinieri che hanno acquisito le immagini di alcune telecamere

I ladri sono entrati in azione di notte e, dopo aver spaccato una vetrina, gli hanno portato via tutta l’attrezzatura. Ma il parrucchiere, che ha subito il furto, si è rimboccato le maniche, ha contattato una ditta per sostituire la porta e ha alzato subito la saracinesca. "Le mie figlie - racconta Franz Aguglia a PalermoToday - mi hanno dato le loro piastre, altri amici mi hanno prestato altri ferri del mestiere e siamo ripartiti".

2 Furto parrucchiere via Enrico Albanese foto PalermoToday-2

Il raid è stato messo a segno nella notte tra sabato e domenica scorsi. “Come di consueto - racconta il parrucchiere - avevo chiuso intorno alle 18.30. La mattina successiva ho ricevuto un messaggio su Facebook da un un tizio che non conosco. Si trattava di un residente, mi avvisava di aver visto la vetrina in frantumi e le luci del mio salone accese”. Aguglia si è precipitato in via Albanese constatando l’entità del furto.

I ladri in poco tempo erano riusciti a portare via un pc portatile, piastre, arricciacapelli, forbici professionali, spazzole termiche, fon, regolabarba e anche una cassetta in metallo contenente alcune chiavi e pochi spiccioli. Tra vetrina spaccata e refurtiva il danno ammonta a circa settemila euro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, in attesa della denuncia, hanno constatato il furto e acquisito le immagini di alcune telecamere.

"Non ci capitava da molto tempo, visto che l'ultimo episodio - conclude Aguglia - risale a parecchi anni fa. Nell'ultimo periodo, però, ho notato un certo degrado e una certa disperazione. Sempre più frequentemente passano persone, una in particolare, per chiedere soldi, a volte con insistenza e anche violenza, costringendoci anche a chiamare le forze dell'ordine. Servono maggiori presidi e più controlli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto nella notte, razziato il negozio di un parrucchiere: "Riparto con le piastre delle mie figlie"

PalermoToday è in caricamento