Cronaca Sperone

Furti e vandali in azione: monopattino sharing sospeso allo Sperone

Così ha deciso Bit Mobility, società veronese che gestisce 400 dei mezzi a due ruote sbarcati in città: da quando il servizio è partito sono stati diversi i monopattini spariti nel quartiere e successivamente ritrovati

Sospeso il servizio di monopattino condiviso allo Sperone. Così ha deciso Bit Mobility, società veronese che gestisce 400 dei mezzi a due ruote sbarcati in città lo scorso sabato. "Da allora - racconta a PalermoToday Michele Francione, direttore operativo e sviluppo Italia di Bit Mobility - sono stati diversi i monopattini spariti nel quartiere e successivamente ritrovati dalle forze dell'ordine che ringraziamo". Ieri l'ennessima brutta notizia: "Un mezzo dopo essere stato rubato è stato vandalizzato e successivamente ritrovato dalla polizia".

Da qui la decisione dell'azienda di spostare i circa dieci monopattini presenti nel territorio in centro. Per questo sulla mappa che compare nell'app il quartiere è colorato di grigio scuro (guarda foto allegata). "Siamo dispiaciuti - continua Francione - e speriamo col tempo di poter tornare allo Sperone, una zona grande circa un trentesimo dell'area interessata dal servizio". Palermo non è l'unica città dove si sono verificati episodi del genere. Anche a Torino, Bari, Milano e in diverse altre città è successo che i monopattini a noleggio venissero vandalizzati.

Monopattino sharing: come noleggiarlo, quanto costa e dove prenderlo

Sono quattro al momento le società che gestiscono il servizio di monopattino sharing in città: Bird Rides, Bit Mobility, Helbiz e Link Your City. La società veronese però era l'unica presente allo Sperone. "Aspettiamo che passi questo momento, che chi ha dimostrato di non apprezzare il servizio capisca che non serve a nulla vandalizzare. Ci piacerebbe - conclude il direttore - che fossero tutti i palermitani a usufruirne". Un auspicio condiviso dal sindaco Orlando e dall'assessore alla Mobilità Catania che ieri hanno fatto sapere che "la scelta dell’Amministrazione comunale di investire sull’uso del monopattino come mezzo utile agli spostamenti urbani è irreversibile e non sarà certamente qualche atto criminale ad ostacolarne il percorso". Presto i mezzi in giro per la città saranno ancora più numerosi: l’Ufficio mobilità urbana, con due determine pubblicate sull'albo pretorio, ha detto sì ad altre dye società, la Em Transit Srl e Wind mobility gmbh. E la lista sembra destinata ad essere estesa ulteriormente.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e vandali in azione: monopattino sharing sospeso allo Sperone

PalermoToday è in caricamento