Cronaca Borgo Nuovo / Via Assoro, 25

Va al centro commerciale, torna in auto e si accorge che le hanno rubato la marmitta

L'episodio ieri nel posteggio de La Torre, a Borgo Nuovo. A denunciare l'episodio ai carabinieri della caserma Uditore è stata una ragazza di 35 anni che lavora nelle scuole con i bambini disabili: "Mi hanno fatto un danno enorme, ora non so come muovermi". Negli ultimi mesi sono state segnalate decine di casi ogni settimana

Va al centro commerciale per fare la spesa, si assenta poco più di un’ora e al suo ritorno si rende conto che i ladri hanno rubato la marmitta e il catalizzatore della sua auto. Una ragazza di 35 anni ha denunciato questa mattina il furto avvenuto ieri pomeriggio nel parcheggio del centro La Torre, nella zona di Borgo Nuovo.

"Ho lasciato la mia vecchia Fiat seicento fuori, nel parcheggio esterno. Sono entrata al centro commerciale - racconta la vittima del furto - e una volta terminata la spesa sono tornata in mia auto. Appena l’ho messa in moto ho sentito un rumore strano. Ho controllato e mi sono resa conto che mi avevano rubato sia il catalizzatore che la marmitta".

Il furto è avvenuto mentre il centro commerciale era aperto e c’era ancora luce: "C’erano molte auto parcheggiate - conclude la 35enne, che lavora nelle scuole con i bambini disabili - e anche tante persone. Assurdo che nessuno si sia accorto di nulla. Mi hanno fatto un danno enorme: il meccanico mi ha chiesto 500 euro, praticamente tanto quanto vale l’auto. Non so come fare o come muovermi".

Il crescente fenomeno dei furti di marmitte e catalizzatori inizia a diventare allarmante. Sono decine le segnalazioni e le denunce che arrivano ogni settimana alle forze dell’ordine, da una parte all’altra della città. Solamente negli ultimi otto mesi i carabinieri hanno arrestato nove persone e ne hanno denunciate altre quattro per furto o ricettazione.

Ladri a caccia di metalli preziosi

Il massimo comune divisore dei vari episodi sono proprio le marmitte e i catalizzatori, che contengono piccole quantità di palladio, rodio e platino (fino a 3 grammi per pezzo). Si tratta di metalli preziosi di alto valore che è possibile piazzare sul mercato nero con prezzi che oscillano tra i 150 e i 500 euro al grammo.

Denunciati furti a Palermo e in provincia

Gli ultimi arresti risalgono al 2 settembre, in corso dei Mille. I miliari del Nucleo radiomobile hanno bloccato un villabatese di 34 anni e un ucraino di 25 che erano stati visti da qualcuno mentre armeggiavano sotto una Fiat Multipla. Nonostante il loro tentativo di fuga sono stati bloccati, con ancora le mani sporche di grasso, a bordo di un'auto.

Poche settimane prima era stato denunciato un 23enne per tentato furto aggravato. In quell’occasione i militari lo hanno sorpreso mentre cercava di scappare dopo essere stato visto all’opera sotto una vecchia Fiat Punto parcheggiata in via Pitrè. Non lontano da lui i carabinieri hanno trovato anche alcuni arnesi da scasso utilizzati per portare a termine il piano.

Cinque giorni prima invece erano stati denunciati due palermitani di 38 e 37 anni. Dopo la segnalazione di un furto in viale Venere, i due sono stati bloccati e trovati in possesso di un catalizzatore (poi restituito al proprietario) e di alcuni arnesi nascosti nel portabagagli. Stesso copione quel giorno a Campofelice di Roccella, in contrada Solfarelli, dove sono stati denunciati due villabatesi di 27 e 24 anni.

L’elenco prosegue con arresti e denunce, per furto o ricettazione, in relazione ad alcuni episodi registrati nella zona dell’ospedale dei Bambini, in via Giuseppe Pianell (zona corso dei Mille) e nei comuni di Capaci e Villabate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va al centro commerciale, torna in auto e si accorge che le hanno rubato la marmitta

PalermoToday è in caricamento