Via Antonello da Messina, illumina (di nuovo) la sua casa a scrocco: arrestato

Ha fatto un buco in una parete e utilizzando un cavo elettrico di fortuna si è attaccato alla rete dell'Enel. Già due mesi era stato beccato dalla polizia

Nonostante due mesi fa fosse già stato beccato, ha continuato ad illuminare la sua casa con energia elettrica rubata. Stavolta però D. A. M, 42enne palermitano, è stato arrestato. Alcuni agenti che stavano effettuando il consueto controllo in via Antonello da Messina, lo hanno notato accelerare il passo alla vista della loro auto. Lo hanno quindi seguito fino all'abitazione e controllato l'immobile. 

Il 42enne, su cui gravano numerosi precedenti penali, avesse allacciato abusivamente l'appartamento alle linea dell'Enel praticando un foro in una parete della casa e utilizzando un cavo elettrico di fortuna attaccato alla meno peggio con del nastro isolante.

Già lo scorso dicembre l'uomo era stato pizzicato dalla polizia sempre per il furto di energia elettrica. Analoghe anche le modalità utilizzate. L’allaccio abusivo è stato disattivato e lo stato dei luoghi ripristinato, da parte di personale dell’Enel. L’uomo è stato arresto ed il provvedimento convalidato dall’autorità giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento