menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Termini Imerese, scoperto chiosco illuminato abusivamente: proprietario arrestato 

Il locale di frutta e alimenti era allacciato direttamente ad un impianto stradale dell'Enel. A scoprire il furto di luce i carabinieri della compagnia locale. Individuato un allaccio abusivo anche a Bolognetta: in manette due coniugi

Furto aggravato di energia elettrica. Con questa accusa, M.F., 42 anni, residente a Termini Imerese e proprietario di un chiosco di alimenti e bevande nella zona industriale, è finito in manette la mattina dello scorso 4 novembre. Il locale era allacciato abusivamente ad un impianto stradale dell'Enel.

I Carabinieri della locale stazione, giunti sul posto durante lo svolgimento dei controlli finalizzati proprio al contrasto dei furti di energia elettrica, hanno constatato che la cassetta stradale era stata forzata e collegata all'impianto del chiosco. Questo stratagemma ha consentito all'esercente di risparmiare circa il 97 per cento dei consumi effettivi. Il commerciante è stato giudicato per direttissima il 5 novembre: il tribunale di Termini Imerese ha convalidato l’arresto e lo ha rimesso in libertà, in attesa del processo.

CONIUGI BECCATI A BOLOGNETTA. Nella giornata di ieri, sempre nel corso di controlli finalizzati alla verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica, i Carabinieri della stazione di Bolognetta hanno arrestato F. F. , 67enne e V.N., 62enne. I coniugi, dopo aver manomesso illecitamente il contatore si erano allacciati direttamente alla linea elettrica pubblica, per un danno complessivo di circa 15 mila euro. Sono stati posti in regime di detenzione domiciliare, in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Termini Imerese. Dopo la convalida dell’arresto la coppia è stata rimessa in libertà in attesa del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento