Devono mettergli braccialetto elettronico, ma trovano allaccio abusivo: arrestato

Altri guai per un giovane di 26 anni, già ai domiciliari per spaccio di droga. La polizia è andata nella sua casa in cortile Ecce Homo per verificarne l'idoneità, ma hanno scoperto che rubava la luce

Foto archivio

Vanno in casa di un giovane sottoposto ai domiciliari per l'applicazione del braccialetto elettronico, ma scoprono un allaccio abusivo alla rete elettrica. La polizia ha arrestato con l'accusa di "furto di energia elettrica" Marco Terenna, 26 anni. Nel suo appartamento di cortile Ecce Homo, nei pressi di Casa Professsa, da qualche tempo Terenna era costretto a trascorrere le sue giornate, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria dopo l'arresto per spaccio di droga.

In previsione dell’applicazione del braccialetto elettronico, gli agenti del commissariato Oreto-Stazione hanno effettuato un sopralluogo preparatorio in casa per verificarne l’idoneità ad ospitare l’arrestato. Tra i requisiti richiesti dalla legge vi è anche quello della presenza di un regolare contratto di fornitura di energia elettrica. Ma è stato proprio in questa fase che gli agenti, coadiuvati da personale Enel, hanno notato una macroscopica anomalia: il contatore indicato dall’arrestato quale quello di riferimento del suo appartamento, benché spento, non ha prodotto l’interruzione dell’erogazione di energia elettrica all’immobile.

E' stato facile così verificare come quel contatore fosse in realtà collegato a un altro appartamento - peraltro disabitato - e come quello di Terenna fosse invece rifornito di energia attraverso un allaccio abusivo alla rete pubblica. Gli allacci sono stati ripristinati e l’uomo è stato arrestato, provvedimento convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’epiosdio - dicono dalla Questura - è soltanto l’ultimo di una lunga serie di analoghe vicende nel corso delle quali proprio i poliziotti del commissariato Oreto-Stazione hanno scovato altri allacci abusivi alla rete pubblica e, spesso, lo hanno fatto in occasione dei controlli ad arrestati domiciliari, sottoposti al regime del cosiddetto 'braccialetto elettronico'”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

Torna su
PalermoToday è in caricamento