rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Montepellegrino / Via Don Orione, 44

Nuova incursione dei ladri al liceo linguistico Cassarà: distrutti i distributori, portato via l'incasso

Si sono intrufolati nella notte dopo aver divelto una grata al primo piano. Una volta dentro sono scesi nell'atrio dove si trovano le macchinette piene di bevande e merende. Le immagini riprese dalla telecamere di videosorveglianza sono state consegnate alla polizia. La preside: "La zona andrebbe attenzionata di più"

Hanno scavalcato il cancello, poi si sono intrufolati all'interno del liceo linguistico Ninni Cassarà, in via Don Orione, arrampicandosi nella pensilina del primo piano in corrispondenza della scala laterale e staccando la grata dal muro. A raccontare a PalermoToday l'ennesima intrusione dei ladri nella scuola, avvenuta la notte scorsa, è la preside Daniela Crimi. Una volta entrati, sono scesi nell'atrio dove hanno distrutto i distributori delle bevande e delle merende per rubarne l'incasso. "Il danno alle macchinette - spiega la preside - secondo il proprietario ammonta a circa 3 mila euro, a questa cifra vanno aggiunti i danni al muro della scuola". Gli operai sono già all'opera per sistemare le grata. 

Al lavoro anche la polizia che indaga per risalire agli autori del furto. Il sistema di videosorveglianza della scuola dovrebbe aver ripreso tutto e le immagini sono già state consegnate agli agenti che nel corso dell'ispezione stamattina hanno rinvenuto anche delle tracce di sangue sul muro. "Probabilmente - continua la dirigente scolastica - i ladri si sono feriti. Non è la prima volta che nel nostro liceo accadono fatti del genere, siamo bersagliati continuamente. La zona dei cantieri navali non è una zona facile e andrebbe attenzionata di più".

Solidarietà alla preside è stata espressa dal consigliere comunale e capogruppo di Avanti Insieme al Comune di Palermo, nonchè vicepresidente nazionale del Centro di iniziativa democratica degli insegnanti, Valentina Chinnici: "La notizia che questa notte il liceo linguistico Ninni Cassarà è stato vittima dell’ennesimo episodio di effrazione, vandalismo e furto, ci riempie di sdegno e di amarezza. In un momento così delicato per le scuole che vede i dirigenti scolastici e tutta la comunità scolastica impegnati sul fronte dell’emergenza pandemica con un enorme carico di responsabilità e lavoro, si aggiunge una violenza così pesante e reiterata che desta certamente inquietudine e sconforto. E' arrivato il momento - continua il consigliere - di fare sentire davvero il sostegno alla dirigente, a tutta la comunità scolastica e alle famiglie del liceo. La Città Metropolitana provveda all’installazione di telecamere (che in realtà ci sono già ndr), come anche a una maggiore cura e sorveglianza regolare della zona. Il liceo Cassarà è, infatti, presidio di cittadinanza che va tutelato e valorizzato da parte delle istituzioni, la cui presenza va fatta sentire concretamente anche nel territorio in cui insiste la scuola".

Una presa di posizione che la preside ha apprezzato: "Condivido l'appello della consigliera che ringrazio, ora - conclude - mi sento meno sola". Vicinanza alla preside è stata espressa anche dal segretario generale Flc Cgil Palermo Fabio Cirino: "Non possiamo che provare sdegno e sconforto per questi attacchi vili, che colpiscono gli studenti che si preparano per il loro futuro e la scuola tutta, come istituzione scolastica, gravata in questo periodo di pandemia già da tante difficoltà. Chiediamo alle istituzioni di tutelare e proteggere la scuola da questi ripetuti attacchi e di non abbassare la guardia. La scuola è di tutti e va difesa, potenziando la sorveglianza sul territorio e facendo sentire la vicinanza delle istituzioni. La Flc Cgil ribadisce la sua condanna per l'accaduto ed è pronta a sostenere ogni  iniziativa in difesa del liceo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova incursione dei ladri al liceo linguistico Cassarà: distrutti i distributori, portato via l'incasso

PalermoToday è in caricamento