rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Partinico

Rubano il gasolio dal pulmino della scuola, il preside porta gli studenti al concorso con la sua auto

Disavventura per gli studenti dell'istituto Danilo Dolci di Partinico che dovevano raggiungere Catania per l'evento conclusivo del progetto "Coltiviamo il patrimonio della Sicilia". L'episodio è stato denunciato ai carabinieri

Dovevano andare a Catania con il pulmino della scuola ma alla fine, visto che qualcuno aveva rubato il pieno di gasolio fatto la sera prima, hanno dovuto mettersi in viaggio a bordo dell’auto del preside. E’ successo agli studenti dell'istituto Danilo Dolci di Partinico che ieri mattina sono partiti alla volta del capoluogo etneo per prendere parte all’evento conclusivo del progetto regionale rivolto alle scuole "Coltiviamo il patrimonio di Sicilia" e realizzato in collaborazione con il quotidiano La Sicilia.

"Eravamo pronti a partire - spiega a PalermoToday il dirigente scolastico, Gino Chimenti - ma l’autista non è riuscito a mettere in moto il mezzo. Siamo scesi, abbiamo controllato e abbiamo visto che avevano rubato il carburante. Abbiamo provato a fare rifornimento, ma avevano danneggiato il bocchettone della tanica e quindi il gasolio continuava a cadere. Dopo i vari episodi a scuola e l’installazione dell’impianto d’allarme, non abbiamo registrati più furti, ma anche questa volta però siamo finiti nel mirino di qualche balordo o teppista che scambia la scuola per un bancomat".

Non volendo arrendersi, il preside ha pensato di mettere a disposizione la propria auto per accompagnare i ragazzi all’evento che si è tenuto al PalaRegione. "Siamo partiti io, la professoressa coordinatrice del progetto, un autista e due studenti". Mentre loro viaggiavano per raggiungere l'altro lato dell'Isola, uno dei collaboratori scolastici è andato alla stazione dei carabinieri per denunciare il furto. Non si esclude che qualcuno abbia colpito proprio dopo aver scoperto che la tanica era stata riempita per il viaggio.

Si trattava di un progetto che ha coinvolto 268 studenti e quindici istituti alberghieri delle provincie di Palermo, Catania e Trapani. Il tema era quello dell’educazione alimentare e la conoscenza dei prodotti e delle eccellenze siciliane. Il primo classificato è stato l’Ipsseoa Ugdulena di Caccamo (foto allegata), secondo classificato l’Ipssar Paolo Borsellino di Palermo, terzo classificato l’Ipsseoa Karol Wojtyla di Catania. Menzione speciale invece per l’istituto superiore Florio di Erice.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano il gasolio dal pulmino della scuola, il preside porta gli studenti al concorso con la sua auto

PalermoToday è in caricamento