Ruba un furgone poi si schianta contro un'auto dei carabinieri: arrestato palermitano

I fatti sono avvenuti a Buseto Palizzolo, nel Trapanese. In manette un ventenne alla guida senza aver mai preso la patente: dovrà rispondere di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato di veicolo militare

Il furgone rubato

Ieri mattina, intorno alle 10.30, ha rubato un furgone regolarmente parcheggiato a bordo strada a Buseto Palizzolo, nel Trapanese. Poi poco dopo, verso le 11, si è schiantato contro un'auto dei carabinieri sulla strada statale 187, all'altezza del commissariato di polizia. Non contento è sceso dal mezzo, un autocarro Iveco di colore bianco, ancora in movimento e pieno di materiale termoidraulico all'interno e ha tentato la fuga in contrada Bocca della Carrubba dove, dopo aver scavalcato le recinzioni di alcuni condomini, è riuscito a far perdere le proprie tracce. Alla fine però, dopo circa 20 minuti di ricerche, il malvivente è stato raggiunto, identificato e arrestato in mezzo ai cespugli di via Nino Tesoriere, a Balata di Baida.

Il video dell'inseguimento

A finire in manette Emanuele Cacioppo, ventunenne disoccupato di Palermo, con numerosi precedenti di polizia: dovrà rispondere di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato di veicolo militare oltre ad essere condannato al pagamento per numerose infrazioni commesse al Codice della strada, tra cui guida pericoloso e senza essere in possesso della patente. A chiamare i militari e far scattare le ricerche del mezzo rubato è stata la vittima del furto.

La centrale operativa dei carabinieri ha immediatamente allertato immediatamente le pattuglie presenti sul territorio e predisposto un capillare controllo delle principali vie per cercare di rintracciare il malvivente in fuga, incrociato poi da una pattuglia della stazione dei carabinieri di Castellammare del Golfo. Dopo un breve inseguimento, i militari hanno deciso di superare l'autocarro per passargli davanti e intimargli l’alt. Poi lo scontro, la fuga a piedi e infine l'arresto. Il giudice ha disposto gli arresti domiciliari per il giovane in attesa del processo per direttissima programmato per stamattina, mentre il mezzo rubato e la refurtiva sono stati restituiti al legittimo proprietario.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento