Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Furto di energia elettrica, arrestati tre commercianti

Si tratta di un gestore di un impianto di distribuzione di carburante, il titolare di un panificio e di un macellaio. A Belmonte Mezzagno invece denunciate tre persone che avevano collegato illecitamente le abitazioni e un box alla rete pubblica

Tre commercianti sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di furto aggravato. Si tratta del gestore di un impianto di distribuzione di carburante, che aveva alterato il contatore dell'Enel per ridurre del 90% i consumi elettrici dell'attività commerciale. Grazie al notevole risparmio, il gestore dell'impianto si poteva permettere, infatti, l'uso di diversi fari alogeni che emettevano un notevole fascio di luce. Sottoposto a direttissima dopo al convalida dell'arresto è stato condannato a sei mesi di reclusione con pena sospesa e pertanto rimesso in libertà.

Stessa sorte anche per il titolare di un panificio, che aveva collegato abusivamente alla rete pubblica forno elettrico industriale e l'impastatrice, con un furto di energia elettrica fino a 45mila watt, e un macellaio. Anche per loro sono così scattate le manette con l'accusa di furto aggravato. Entrambi sono stati giudicati con rito direttissimo conclusosi con la convalida degli arresti e sono stati rimessi in libertà.

A Belmonte Mezzagno i carabinieri hanno denunciato tre persone che avevano collegato illecitamente le abitazioni e un box alla rete pubblica. Dall'inizio dell'anno i militari hanno arrestato per furti di energia elettrica e truffa 36 persone, mentre 56 sono state denunciate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di energia elettrica, arrestati tre commercianti

PalermoToday è in caricamento