Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Cala

Arrestato Ganci, re della rosticceria Rubava energia elettrica per il locale

Si tratta dell'esercizio commerciale che si trova alla Cala. Processato per direttissima l'uomo è stato condannato a sei mesi di reclusione e a pagare duecento euro di multa

Rosticceria Ganci alla Cala

Rubava energia elettrica per la sua rosticceria. Così, Nunzio Ganci, uno dei titolari della celebre catena di rosticcerie palermitane è finito in manette. Il commerciante, secondo quanto accertato dagli uomini della Guardia di finanza, aveva collegato direttamente l'impianto del suo locale, nella zona della Cala, alla rete elettrica, bypassando in questo modo il contatore. Processato per direttissima è stato condannato a sei mesi di reclusione e 200 euro di multa.

Nel corso degli ultimi due mesi sono sette le persone denunciate per furto di energia elettrica. Sotto la lente d'ingrandimento delle Fiamme gialle sono finiti una ventina di esercizi commerciali, in particolare pasticcerie, minimarket, pescherie, bar e panifici. Nella maggior parte dei casi di frode accertata, i finanzieri hanno scoperto l'installazione sui contatori Enel di un magnete che rallentava la registrazione dei kilowatt, diminuendo in questo modo i consumi rilevati dal cinquanta al novanta per cento dell'effettivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Ganci, re della rosticceria Rubava energia elettrica per il locale

PalermoToday è in caricamento