menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allaccia abusivamente la sua villetta e risparmia 7.500 mila euro: arrestata a Casteldaccia

Operazione dei carabinieri: con l'accusa di furto di energia elettrica è finita in manette una donna di 59 anni, volto noto alle forze dell’ordine

Per "alleggerire" la propria bolletta Enel, aveva realizzato un allaccio abusivo diretto alla rete elettrica: uno stratagemma che le consentiva di alimentare l’impianto della propria villetta abbattendo i relativi consumi fino a risparmiare nel tempo la somma di euro 7.500 euro. Con l'accusa di furto di energia elettrica, a Casteldaccia, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bagheria, hanno tratto in arresto Malika Oubrime, 59 anni, nata a Casablanca e volto noto alle forze dell’ordine, proprietaria di un’abitazione.


I carabinieri sono entrati in azione con l'ausilio dei tecnici dell'Enel. Per la donna, su disposizione del giudice, sono scattati gli arresti domiciliari. Nella mattinata di oggi è stata portata in Tribunale, a Termini Imerese, per la celebrazione del rito direttissimo, che si è concluso con la convalida dell’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento