Cronaca

Furto di elettricità, arrestati titolari di un panificio e una rosticceria

Si tratta di un uomo e una donna. Entrambi utilizzavano la tecnica del magnete posizionato sopra il contatore dell'Enel per alterare la capacità di lettura. Il risparmio in entrambi i casi era oltre il 60 per cento

I titolari di una rosticceria e di un panificio sono stati arrestati per furto di energia elettrica dai carabinieri del nucleo radiomobile. Entrambi utilizzavano la tecnica del magnete posizionato sopra il contatore dell'Enel, che ne altera la capacità di lettura. I nomi degli esercizi commerciali interessati non sono stati resi noti dai carabinieri.

Il titolare della rosticceria, un uomo di 29 anni, era riuscito ad abbattere del 67% i costi della bolletta. Al momento del controllo risultavano in piena attività lavorativa: un forno elettrico di tipo industriale, due piastre, un forno a micro onde, tre frigoriferi, una impastatrice, una TV e varie lampade per l’illuminazione degli ambienti. L'uomo è stato condannato per direttissima a quattro mesi di reclusione, pena sospesa, e quindi scarcerato.

La titolare del panificio, una donna di 38 anni, avrebbe risparmiato il 65% sul prezzo dell'energia elettrica consumata. Anche qui al momento del controllo risultavano in piena attività lavorativa e quindi erano tutti regolarmente alimentati da energia elettrica: due forni elettrici del tipo industriale, quattro congelatori, un banco espositore, una impastatrice, altri elettro-utensili vari destinati alla lavorazione/preparazione dei prodotti e diverse luci riguardanti l’illuminazione del locale laboratorio. La donna è stata scarcerata in attesa del processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di elettricità, arrestati titolari di un panificio e una rosticceria

PalermoToday è in caricamento