rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Anziana in ospedale per una Tac, i familiari: "Le hanno tolto gli anelli e sono spariti"

I familiari di una 76enne hanno denunciato alla polizia un episodio avvenuto domenica al Civico. La nipote a PalermoToday: "Chiunque sia stato è un indegno. Aveva una collanina e due anelli in oro, non le sono stati restituiti"

Si è sentita male mentre si trovava a casa, è stata accompagnata con un’ambulanza in ospedale e sottoposta a una Tac. Prima dell’esame, però, il personale medico le ha fatto togliere i gioielli, una collanina e due anelli in oro che però si sono "volatilizzati" nel nulla. L’episodio è stato denunciato dai familiari di una donna di 76 anni che è stata ricoverata domenica al Civico.

La figlia dell’anziana, che vive nella zona di Bonagia, questa mattina è scesa da casa e ha raggiunto il commissariato Oreto-Stazione di via Roma. "Dopo le prime cure mia madre - si legge nel documento - è stata trasferito nel reparto di astanteria. Durante il tardo pomeriggio è stata sottoposta a una Tac e il personale le ha tolto e ha preso in carico i monili che indossava".

Qualche ora dopo la donna ha chiamato l’anziana madre che la ha riferito di non essere rientrata in possesso degli oggetti preziosi. "Sono andata personalmente in ospedale per chiedere informazioni - continua - e non mi è stata data alcuna risposta, anzi mi dicevano che non sapevano nulla e che era normale che ciò accadesse".

Nella denuncia la figlia ha tenuto a precisare che per il momento, per il regolamento interno anti Covid, alle famiglie non è consentito di entrare in ospedale per fare visita ai loro cari. "Chiunque sia è stato è un indegno. Raccontiamo questo episodio - aggiunge la nipote - per mettere in allarme gli altri. Mia nonna dovrebbe ripetere un esame ma non vuole perché si spaventa che le levino quel po' che le è rimasto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana in ospedale per una Tac, i familiari: "Le hanno tolto gli anelli e sono spariti"

PalermoToday è in caricamento