Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Via Milazzo

Bagheria, furto nella Chiesa Madre: rubate ampolle in argento e una tv 55 pollici

Ad accorgersene è stato padre Giovanni La Mendola che ha denunciato l'accaduto ai carabinieri. Salvo il simulacro di San Giuseppe. Il sindaco Cinque: "Le comunità da sole però non potranno farcela se il controllo dello Stato non verrà rafforzato"

La Chiesa Madre di Bagheria

Furto sacrilego a Bagheria. I ladri sono entrati la scorsa notta nella Chiesa Madre e hanno portato via cinque calici, tre ostensori, alcuni oggetti come pissidi, triboli e ampolle in argento, alcuni risalenti al 1700 e altri all’inizio del 1900. Ad accorgersi dell’accaduto, questa mattina, è stato padre Giovanni La Mendola che ha segnalato anche il furto di un televisore 55 pollici che era stato donato al parroco e alla comunità religiosa da un gruppo scout. Sull’episodio indagano i carabinieri di Bagheria che, dopo la denuncia, hanno avviato le indagini e acquisito le immagini di alcune telecamere.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine i ladri avrebbero forzato una porta dell’edificio sacro che si trova in via Milazzo e dopo la razzia sarebbero fuggiti da via Carà. I malviventi si sarebbero posti qualche scrupolo solo di fronte al simulacro di San Giuseppe.

"Siamo vicini alla parrocchia a Padre Giovanni. La comunità bagherese è forte e sana. Auspichiamo che il Governo metta fine alla sottrazione di risorse alle forze dell'ordine e che ottimizzi la spesa relativa al controllo dei territori. Le comunità da sole però non potranno farcela se il controllo dello Stato non verrà rafforzato", dice il sindaco Patrizio Cinque.

Sull'episodio interviene anche Gabriella Giammanco, portavoce di Forza Italia in Sicilia: "Un’inestimabile perdita dal valore simbolico oltre che sotto il profilo artistico ed economico, anche la conferma che la città ha bisogno di più controlli e sicurezza. Già nelle settimane scorse è stata denunciata più volte la mancanza di illuminazione in piazza Madrice e nei quartieri limitrofi, circostanza che ha permesso ai ladri di agire indisturbati e di mettere a segno il maxi furto. La giunta comunale grillina si attivi, quindi, al più presto per risolvere questi disagi e per dare delle risposte ai bagheresi. Il triste episodio ai danni di una chiesa prestigiosa, simbolo e patrimonio prezioso della nostra città, sia da sprone al sindaco Patrizio Cinque. E’ necessario lavorare seriamente per mettere in sicurezza le zone più a rischio di Bagheria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagheria, furto nella Chiesa Madre: rubate ampolle in argento e una tv 55 pollici

PalermoToday è in caricamento