Furto in chiesa alla Guadagna: rubati amplificatori, chitarre e anche la tv dei bimbi

I ladri hanno forzato la saracinesca e rovistato ogni angolo della chiesa evangelica cinese di via Stazzone. Il danno ammonterebbe a 2 mila euro. Un fedele: "Speriamo si facciano un esame di coscienza". Indagano i carabinieri

I locali della chiesa evangelica cinese messi a soqquadro

Furto nella chiesa evangelica cinese alla Guadagna. Venerdì sera i ladri sono entrati nell’edificio che si trova in via Stazzone e hanno rubato due chitarre, un basso, due piccole casse amplificate, un mixer e un televisore utilizzato dai bambini che fanno parte della comunità religiosa. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri, allertati da qualcuno che aveva visto la saracinesca forzata.

I militari della stazione Scalo hanno contattato i responsabili della chiesa evangelica cinese per potere accedere e constatare quanto accaduto. “Ci siamo resi conto del danno - spiega a PalermoToday uno dei fedeli - non appena abbiamo visto la saracinesca rotta e per metà fuori dai binari. Abbiamo trovato tutto a soqquadro: hanno rovistato in ogni cassett, hanno persino buttato a terra la pisside ma non hanno toccato il crocifisso”.

Sembrerebbe che il furto avvenuto lo scorso venerdì non sia il primo subito dalla chiesa evangelica cinese e dalla sua comunità. “Siamo sconvolti. Hanno avuto anche il coraggio - aggiunge il fedele - di rubare la tv che guardavano i bambini. Speriamo che non accada più e che i ladri si rendano conto del male che hanno causato e si facciano un esame di coscienza".

La chiesa evangelica della Guadagna non è dotata di telecamere di videosorveglianza né di sistema d’allarme. Secondo una prima stima i danni subiti ammonterebbero a circa 2 mila euro, che adesso i fedeli cercheranno di raccogliere - tramite le donazioni - per comprare nuovamente gli strumenti utilizzati durante le funzioni religiose e riparare la saracinesca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprile scorso un altro furto sacrilego è stato messo a segno nella Chiesa Madre di Bagheria. In quel caso ad accorgersene era stato padre Giovanni La Mendola. I ladri - oltre a una tv 55 pollici - sono sono riusciti a portare via cinque calici, tre ostensori, alcuni oggetti come triboli e ampolle in argento, alcuni risalenti al 1700 e altri agli inizi del 1900.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

  • "Ho ucciso io quella donna cinque anni fa: le ho stretto una corda al collo per sei minuti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento