rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Cinisi / Via Liberta'

Cinisi, danneggiati gli autocompattatori: la raccolta si ferma

I mezzi sono stati privati degli accumulatori di corrente e del carburante. Stop quindi al servizio mercoledì e giovedì anche a Terrasini. Il sindaco Cucinella ai cittadini: "Conferite i rifiuti in periferia"

Si ferma ancora una volta il servizio di raccolta dei rifiuti "porta a porta". Questa volta a imporre lo stop non sono i cancelli sbarrati della discarica di Siculiana o i conti in rosso dell'azienda in liquidazione.

Con una nota inviata in data odierna il liquidatore della Società Servizi Comunali Integrati dell’ATO Pa 1, Antonio Geraci, fa sapere che "la notte scorsa gli automezzi utilizzati per la raccolta “porta a porta” nei Comuni di Cinisi e Terrasini sono stai danneggiati da ignoti (cavi elettrici tranciati, tappi serbatoi e tubi di passaggio rotti), privati degli accumulatori di corrente e del carburante residuo. E' stato constatato il furto di carburante dall’autocompattatore Iveco adibito allo svuotamento dei cassonetti stradali".

I veicoli erano stati parcheggiati nel piazzale del campo sportivo di Cinisi, in via Libertà. Il servizio è sospeso per far riparare i mezzi.

Il sindaco di Terrasini, Massimo Cucinella, nel condannare il grave gesto vandalico, invita i cittadini , in attesa che sia ripristinato il servizio, a conferire in questi giorni i rifiuti negli appositi cassonetti dislocati nelle zone esterne del paese, al fine di evitare anche accumuli di immondizia davanti le abitazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi, danneggiati gli autocompattatori: la raccolta si ferma

PalermoToday è in caricamento